29 Dicembre 2021
11:28

Aziz Abbes Mouhiidine a Fanpage: “La medaglia d’oro alle Olimpiadi è il mio sogno più grande”

Aziz Abbes Mouhiidine ha vinto la medaglia d’argento agli ultimi Mondiali di Belgrado. Il giovane pugile azzurro a Fanpage ha parlato del suo prossimo obiettivo: “Andare alle Olimpiadi è il mio grande sogno”.
A cura di Redazione Sport

La favola di Aziz Abbes Mouhiidine è appena iniziata. Il 23enne di Avellino, tornato dai Mondiali di Boxe a Belgrado lo scorso mese di novembre con una fantastica medaglia d'argento, si è raccontato ai microfoni di Fanpage.it. Il giovane pugile aveva ceduto in finale al cubano Julio La Cruz Peraza, di nove anni più anziano, ma ora guarda con grande entusiasmo e soprattutto convinzione, alle prossime Olimpiadi di Parigi nel 2024. "È il sogno più grande – ha sottolineato Mouhiidine – conquistare la medaglia d'oro sarebbe il risultato di grandi sacrifici". Aziz Abbes Mouhiidine ha 23 anni, sua madre è di Mercato San Severino, in provincia di Salerno, mentre suo padre è originario del Marocco.

La conquista della medaglia d'argento ai Mondiali di Belgrado l'ha reso noto al mondo intero: "Ciò che mi ha aiutato sono le sconfitte, l'argento è stato solo l'inizio di una favola bellissima". Mouhiidine ha raccontato la sua emozione dopo aver conquistato una medaglia frutto di fatica e di grande impegno: "È il risultato di tanti sacrifici fatti da me, dalla mia famiglia e dai mie maestri che mi hanno sempre seguito – ha aggiunto – Questa medaglia ha un peso soprattutto per le responsabilità che verranno nel futuro. Ho fatto un mondiale eccezionale e io me ne sono accorto solo alla fine".

Obiettivo Olimpiadi 2024 a Parigi

L'obiettivo adesso è quello di raggiungere le prossime Olimpiadi 2024 a Parigi. La sfida nella finale dei Mondiali di boxe contro La Cruz ha messo in mostra tutte le capacità e le abilità del giovane pugile campano sul ring. "La medaglia d’oro è sicuramente il sogno più grande mio e di mio padre – ha sottolineato con tanto entusiasmo – È vero che ho 23 anni però ho già l'esperienza alle spalle e dei tecnici che mi aiutano tanto soprattutto nei match complicati e contro atleti più esperti".

Aziz Abbes Mouhiidine è dunque una giovane promessa del pugilato italiano, sport che ha potuto apprezzare sin da piccolo grazie al suo idolo indiscusso: "Questa passione è nata grazie a mio padre che mi fece vedere il primo film di Muhammad Ali – ha detto nel corso dell'intervista – L’esempio di Muhammad Ali non è solo sportivo ma soprattutto a livello sociale e umano". Determinato e sicuro delle proprie capacità, Mouhiidine spera di riuscire, con le sue performance e vittorie, a far apprezzare maggiormente questo sport in Italia: "Con le mie vittorie spero di avvicinare in primis i giovani a questo sport perché si stanno allontanano troppo dagli sport da combattimento – ha detto in conclusione – Con le mie vittorie vorrei trasmettere il rispetto tra le persone che manca tanto". L'argento ai Mondiali è il punto da cui partire e iniziare la scalata verso le Olimpiadi.

Ambra Sabatini a Fanpage: “Lo sport mi ha dato la forza di andare avanti, sogno già Parigi“
Ambra Sabatini a Fanpage: “Lo sport mi ha dato la forza di andare avanti, sogno già Parigi“
Medaglia d'oro di biathlon ucraina va a combattere: "Sparo bene, i russi non avranno scampo"
Medaglia d'oro di biathlon ucraina va a combattere: "Sparo bene, i russi non avranno scampo"
Bebe Vio a Fanpage: "Tante cose non ho il coraggio di raccontarle, ora vivo per il mio sogno"
Bebe Vio a Fanpage: "Tante cose non ho il coraggio di raccontarle, ora vivo per il mio sogno"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni