27 Dicembre 2021
16:29

Claire Foy protagonista di A Very British Scandal: “Mi sento sfruttata a girare scene di sesso”

Claire Foy è protagonista della serie “A Very British Scandal” dove interpreta la duchessa di Argyll, il cui divorzio dal marito è stato uno dei casi mediatici più noti del Regno Unito. Tante le riprese piuttosto intime che ha dovuto girare, per la quali l’attrice ha dichiarato: “Ti senti esposta e sfruttata”.
A cura di Ilaria Costabile

Dopo il successo ottenuto interpretando Elisabetta II nella serie The Crown, Claire Foy è diventata anche la protagonista della serie dal titolo "A Very British Scandal" dove recita accanto a Paul Bettany, in cui si racconta uno dei divorzi più noti d'Inghilterra, quello della ricca ereditiera Ethel Margaret Whigham, poi diventata duchessa di Argyll nel 1951, dal suo secondo marito per l'appunto un nobile scozzese. La storia raccontata nella serie, arrivata sulla BBC One il 26 dicembre e che vedremo in Italia su Amazon Prime Video dal 2022, è piuttosto controversa ed è stato necessario girare molte scene intime, per le quali l'attrice ha rivelato di non essere stata particolarmente a suo agio.

La serie A Very British Scandal

Ethel Margaret Whigham è stata protagonista di uno scandalo a sfondo sessuale, dove per la prima volta una donna è stata additata come "sgualdrina", per sottolineare una condotta sessuale libertina e fedifraga da condannare pubblicamente in un divorzio che ha messo su piazza anche foto intime della duchessa, intenta ad intrattenersi con uomini che non fossero suo marito. Era la prima volta che un duca portava a supporto di una causa, conclusasi nel 1963, del materiale fotografico con cui provare la colpevolezza della moglie. Le identità dei vari amanti non sono mai state rese note fino al 1993, anno della scomparsa della duchessa. Le relazioni incriminate, che la donna non ha mai negato, risalivano al 1957. La storia raccontata per filo e per segno nella serie "A Very British Scandal" prodotta dalla BBC, che in buona sostanza racconta il primo caso di revenge porn della storia recente, ha messo in condizioni l'attrice di dover affrontare delle riprese che non ha vissuto con molta serenità.

Lo sfogo di Claire Foy

Si tratta di scene di sesso, difficili da girare, di cui l'attrice ha parlato in un'intervista a BBC Radio4: "È davvero difficile, perché fondamentalmente ti senti sfruttata quando sei una donna e devi fare sesso per finta sullo schermo. Non puoi fare a meno di sentirti sfruttata. È la cosa più difficile che puoi fare". Nonostante, soprattutto in America, si stia provando a garantire una tranquillità psicologica agli attori sul set, seguiti da esperti e coach che possano guidarli nel corso delle riprese, per una donna non semplice addentrarsi in una scena così intima, come spiega Foy: "Ti senti esposta. Tutti cercano di non farti sentire così ma, sfortunatamente, la verità è questa". Sulla percezione che, poi, ha maturato delle duchessa di Argyll a cui ha prestato il volto, l'attrice ha dichiarato di detestare il modo in cui è stata giudicata e nominata quella donna, rincuorandosi del fatto che adesso la situazione sembra essere migliorata:

Odio quel linguaggio, l'essere chiamata “sgualdrina”, ma penso che le donne subiscano certe cose da sempre. Forse fin da Eva nella Bibbia. La parola "sgualdrina" semplicemente non dovrebbe esistere. È stato fatto uscire il genio dalla lampada e le cose non possono più tornare indietro. Sento che ora ci siano più spazio e più accettazione.

Claire Foy, protagonista di The Crown, vittima di uno stalker
Claire Foy, protagonista di The Crown, vittima di uno stalker
Da bancaria a pornostar, Benny Green: “Le vessazioni, la malattia e le scene di sesso con Siffredi”
Da bancaria a pornostar, Benny Green: “Le vessazioni, la malattia e le scene di sesso con Siffredi”
Amedeo Goria ha 68 anni ma fa ancora sesso:
Amedeo Goria ha 68 anni ma fa ancora sesso: "Mi sento vitale come trent'anni fa"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni