6.456 CONDIVISIONI
Amici di Maria de Filippi 2021/2022
1 Maggio 2022
13:19

Le prime parole di Nunzio dopo l’eliminazione da Amici: “Celentano cattiva con me, ma le devo tanto”

Dopo l’eliminazione Nunzio ha parlato della sua esperienza ad Amici e del rapporto con Alessandra Celentano e Raimondo Todaro.
6.456 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Amici di Maria de Filippi 2021/2022

Nunzio è l'ultimo eliminato di Amici, il programma di Maria De Filippi che si avvia verso la proclamazione del nuovo vincitore (o della nuova vincitrice). Nella puntata di sabato 30 aprile è stato eliminato il ballerino Nunzio che a Witty ha fatto la sua prima dichiarazione prima di lasciare la casetta. Il ballerino si dice soddisfatto del proprio percorso e parla sia di Alessandra Celentano che, ovviamente, del suo rapporto con Raimondo Todaro: "Non potevo chiedere di più da me stesso. Quello che è entrato è stato un Nunzio troppo sicuro di sé, troppo spavaldo, un Nunzio che non piangeva mai. Invece oggi sta uscendo un Nunzio più maturo sotto tutti i punti di vista" spiega Nunzio.

Il ballerino spiega di essere cambiato "perché ci sono state persone che mi hanno fatto capire che magari in certi momenti è giusto comportarsi in certi modi, avere rispetto delle persone e anche prendere le critiche. Sono dei ragazzi speciali tutti, non c’era una persona che mi stava antipatica, cioè c’erano dei momenti che li odiavo a tutti, per il fatto delle pulizie, a Serena, ad Alex quando scherzava e mi faceva sempre scherzi, poi però ci divertivamo sempre". Comunicandogli di dover lasciare il programma, Maria De Filippi ha anche voluto dirgli che sarebbe mancato a tutti.

Ai microfoni di Witty, poi, Nunzio ha spiegato quanto sia stata importante la maestra Celentano, nonostante i diverbi: "La Celentano è stata cattiva con me, cattivissima, però allo stesso tempo è quella che mi ha insegnato di più. Se ho trovato la forza è perché non volevo dargliela vinta. Mi ha messo in competizione con me stesso e per questo le sarò sempre grato”. Su Todaro, invece, Nunzio ha detto: "A settembre avevo detto quello che pensavo, ma perché gli voglio bene e se dico quello che penso è perché lo reputo come un padre nel ballo. Però poi abbiamo parlato e ho capito dove ho sbagliato, da lì il nostro rapporto si è ripreso, com’era una volta".

6.456 CONDIVISIONI
220 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni