593 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Grande Fratello 2023/2024

Il GF regala una Spa ai concorrenti, l’appello di Beatrice Luzzi alla famiglia: “Non ho avuto scelta”

Beatrice Luzzi dopo la sorpresa del GF che ha regalato ai ‘veterani’ un pomeriggio in Spa, è tornata in casa in lacrime: “Vorrei scusarmi con la mia famiglia per essere uscita fuori a fare una cosa nella quale non ho avuto voce in capito”. Ieri è avvenuta la tumulazione del padre della concorrente.
A cura di Gaia Martino
593 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Beatrice Luzzi ieri ha vissuto un momento di profondo sconforto, nonostante il Grande Fratello avesse organizzato una giornata di relax in Spa per lei e per altri inquilini, ‘veterani' del reality. Ieri, mercoledì 17 gennaio, è avvenuta la tumulazione del padre della Luzzi, morto lo scorso 3 gennaio, e nello stesso giorno il programma ha organizzato una ‘gita in esterna' per alcuni concorrenti, i ‘veterani', che hanno potuto lasciare le quattro mura di Cinecittà per godersi un pomeriggio alle terme. La concorrente si è sentita in colpa per non aver potuto affrontare il delicato momento insieme ai suoi cari e, una volta rientrata in Tugurio, si è rivolta alle telecamere con la voce rotta dal pianto: "Voglio scusarmi con la mia famiglia".

Le parole di Beatrice Luzzi dopo la giornata in Spa

Quando Beatrice Luzzi è rientrata in casa, nel Tugurio, dopo il pomeriggio in Spa insieme agli altri concorrenti, rivolgendosi alle telecamere e con la voce rotta dal pianto, ha dichiarato: "Vorrei fare un appello alla mia famiglia. Vorrei scusarmi enormemente per non essere stata con voi ed essere uscita fuori a fare una cosa nella quale non ho avuto voce in capito, scusatemi. Mi dispiace tanto, veramente troppo".

Il discorso di Beatrice Luzzi al padre

Beatrice Luzzi ha vissuto ore di profondo dolore ieri. Per connettersi con il suo papà, rivolgendosi al cielo, da sola sul divano in giardino, ha parlato con lui ricordandolo con parole preziose e ripercorrendo l'infanzia vissuta in Sardegna: "Tu sei già universo, sei già infinito, come lo sei sempre stato. Sento che sei sereno, salutami i nonni e datemi buoni consigli. Ora ti mettono sotto terra, a entrambi non piaceva questa cosa. Avresti preferito che le tue ceneri fossero disperse in quel mare meraviglioso della Sardegna che tanto hai amato e dove ci hai fatto vivere un'infanzia indimenticabile. Dicevi sempre che erano i più bei momenti della tua vita, e anche della mia. Quanto coraggio mi hai trasmesso, ti sono molto grata. Abbiamo avuto un sacco di problemi, però eri un uomo senza pelle, con cui si riusciva a parlare di tutto profondamente. Avevi l'anima esposta, eri un poeta, artista e in questo sei stato unico".

593 CONDIVISIONI
917 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views