31 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Grande Fratello 2023/2024

Giuseppe Garibaldi rientra al Grande Fratello dopo il malore, Signorini: “Somatizza lo stress”

Giuseppe Garibaldi è rientrato nella casa più spiata d’Italia, dopo il malore che lo ha portato ad allontanarsi. Il 30enne calabrese ha somatizzato eccessivamente lo stress, come dichiarato da Signorini, che lo coinvolge in uno scherzo ai gieffini.
A cura di Ilaria Costabile
31 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Dopo il malore che lo ha portato fuori dalla casadel Grande Fratello, seppur temporaneamente, Giuseppe Garibaldi rientra come concorrente, ma Alfonso Signorini ha organizzato per i gieffini uno scherzo per metterli alla prova. Il 30enne calabrese, infatti, deve fingere di aver mentito per tutta la sua permanenza nella casa, raccontando di essere una persona diversa da come lui stesso di era descritto, ma prima di far sbellicare gli inquilini, il conduttore ha chiarito loro quale fosse lo stato di salute del loro compagno d'avventura, come avevano anche anticipato alcune inquiline.

Garibaldi è stato male per lo stress

In collegamento con lo studio di Cinecittà, pronto per entrare nella casa più spiata d'Italia, Giuseppe Garibaldi rassicura il pubblico dicendo: "Ora sto bene, hanno fatto più esami di quanti se ne fanno nella Formula 1, sto bene" e resta in attesa di essere convocato da Alfonso Signorini per portare a termine lo scherzo orchestrato con gli autori. Il conduttore, quindi, chiama a rapporto i gieffini e dice loro: "Volevo parlarvi di Giuseppe, sta bene, ha fatto tutti gli esami che doveva fare, solo che somatizza molto lo stress". Un modo per spiegare i motivi che hanno fatto precipitare le sue condizioni di salute, ma il conduttore aggiunge: "Giuseppe Garibaldi non è quello che voi tutti conoscete, non è un collaboratore scolastico, il barman, ma è qualcosa di diverso, una vera e propria talpa nella casa". 

Lo scherzo ai gieffini

Ai gieffini, quindi, viene mostrato un video in cui Garibaldi si ritrova a parlare perfettamente in spagnolo, in cinese, in francese, citando frasi in latino di Seneca e versi delle poesie di Baudelaire, il tutto realizzato con l'aiuto dell'intelligenza artificiale. Il compito di Giuseppe è quello di far credere ai suoi compagni d'avventura che sia tutto vero. Provando a trattenere le risate: "Già faccio fatica a parlare italiano, figuriamoci il cinesedice il gieffino a Signorini, entra poi in casa dicendo: "Quello che ero, non sono bidello, non sono mi sono trasformato in un uomo semplice, perché non potevo sciupare la mia intelligenza, mi hanno pagato pure tanto per dire che sono un bidello". La farsa è durata poco infatti tutti scoppiano in una grande risata, per poi correre ad abbracciarlo.

31 CONDIVISIONI
916 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views