7.614 CONDIVISIONI
22 Maggio 2022
16:01

Gianluca Vacchi: “Posso risultare antipatico, ma la gente non è stupida e legge l’anima”

L’imprenditore è stato ospite di Mara Venier a Domenica In, parlando del documentario sulla vita “Mucho mas” e provando a raccontarsi oltre le etichette.
A cura di Andrea Parrella
7.614 CONDIVISIONI

Gianluca Vacchi è stato ospite di Domenica In per una lunga intervista dedicata alla sua vita e legata alla promozione di "Mucho Mas", il documentario di prossima uscita su Amazon Prime a lui dedicato, che arriverà dal prossimo 25 maggio. Tanti i temi toccati dalla conduttrice con l'imprenditore e influencer, per la prima volta ospite del popolare contenitore di Rai1 che da anni sdogana al grande pubblico anche personaggi non propriamente televisivi: "Ho fatto me stesso –  ha detto Vacchi parlando del fenomeno dei suoi video – la gente non è stupida, legge l'anima. Alla fine è vero che mostrare certi comportamenti possa generare antipatie, c'è sempre una sottile linea tra invidia e identificazione, però io mi sono mostrato attraverso le piattaforme che mi permettevano di farlo, i social, nella chiave di svago che richiedono". 

Il patrimonio di Gianluca Vacchi

Al di là del suo ruolo di influencer, Vacchi si racconta principalmente come imprenditore, ricordando la figura del padre: "Ho moltiplicato il patrimonio della mia famiglia forse 100 volte, ma è un paragone che non mi piacerebbe, perché farei apparire mio padre inferiore a me. Ma mio padre aveva semplicemente altre priorità, che io capisco, la famiglia su tutto". Parole d'amore anche per la madre: "Una donna di altro spessore, altra dimensione, ha sopportato cose terribili nella sua vita. In un anno e mezzo ha perso sua madre, suo marito e ha avuto un cancro. Ha attraversato tutto col sorriso, sempre cercando di non provocare disturbi al prossimo. Negli anni a venire ha vinto un altro cancro e adesso, probabilmente, sta inseguendo sua nipote che ha atteso per decine di anni".

La malattia della figlia neonata

Quindi è arrivato il momento della compagna, Sharon Fonseca, in collegamento per raccontare il momento del loro incontro e l'esperienza di genitori, con la parentesi dolorosa dei problemi di salute di cui ha sofferto la piccola Blu Jerusalema. Si tratta della palatoschisi, una malattia al palato della bocca che ha colpito la bambina. Si tratta di una malformazione congenita, che compare quindi fin dalla nascita, e che va a colpire il palato molle e/o quello duro, provocando poi una fessura che può essere di grandezza variabile, nel palato duro. È una delle anomalie congenite più comuni che può comportare difficoltà nel succhiare il latte materno ma anche nel mangiare, quindi problemi nel parlare, ai denti, e anche predisposizione alle otiti dell’orecchio medio. Un momento di preoccupazione che i due hanno superato grazie a un intervento per il quale Vacchi ha voluto ringraziare l'ospedale di Parma e gli operatori che lavorano nella struttura.

Quanto all'operazione del documentario, l'imprenditore motiva così la scelta di prestarsi a questo racconto: "Ci sono due motivi: uno è che quando tu arrivi ad avere una popolarità come quella che ho avuto la fortuna di accumulare io, è corretto che la gente che ti segue con tanta simpatia affettuosa conosca di te anche i lati che tu non hai avuto occasione di mostrare a causa di una comunicazione di intrattenimento come quella che faccio io; la seconda è che volevo mia figlia avesse una testimonianza oggettiva di quello che è stato il mio vero percorso. Nessuno può dire di me delle cose diverse, perché ci sono i fatti". 

7.614 CONDIVISIONI
Gianluca Vacchi denunciato dalla colf: “Gli metto le mani addosso, li multo di 100 euro”
Gianluca Vacchi denunciato dalla colf: “Gli metto le mani addosso, li multo di 100 euro”
93.516 di Videonews
La colf fa causa a Gianluca Vacchi:
La colf fa causa a Gianluca Vacchi: "Se non ballavamo a tempo, ci insultava e ci multava"
Altri due dipendenti denunciano Gianluca Vacchi per lavoro nero:
Altri due dipendenti denunciano Gianluca Vacchi per lavoro nero: "Paga tutti in contanti"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni