2.238 CONDIVISIONI
Grande Fratello Vip 2022/2023
13 Ottobre 2022
23:02

Gf Vip, Luca Salatino: “A causa della depressione sono rimasto a letto per un anno”

Luca Salatino racconta le sue difficoltà con la depressione durante la diretta del GF Vip. “Un demone che mi ha costretto a letto per un anno”, ha raccontato l’ex tronista. Poi il commovente incontro con la madre.
A cura di Stefania Rocco
2.238 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Grande Fratello Vip 2022/2023
 

Luca Salatino ha raccontato i suoi problemi con la depressione nella puntata del Grande Fratello Vip del 13 ottobre. L’ex tronista di Uomini e Donne, oggi finalmente più sereno rispetto al passato, ha raccontato di avere a lungo combattuto contro i suoi demoni, al punto da rintanarsi a letto per un anno, incapace di affrontare il mondo. A pesare su di lui sarebbe stata soprattutto la delusione legata alla necessità di lasciare il pugilato.

Luca Salatino: “Sono stato vittima di bullismo”

 

Ad Alfonso Signorini che gli ha chiesto di raccontare la sua storia, Luca ha fatto timidamente riferimento agli anni in cui è stato vittima di bullismo: "La borgata è bella ma ha i suoi lati negativi. Ero un ragazzo più sensibile di altri e forse era una colpa, essere più sensibile e più indifeso”. Quei problemi Luca ha scelto di affrontarli da solo:

A casa non ne parlavo, non potevo perché avrei provocato ulteriori problemi. A casa ce n’erano già. Mia madre ha cominciato a non stare bene e per me è cambiato tutto. Descrivere quello che sento dentro è difficile, non riuscirei mai a spiegare cosa rappresenta per me mia madre. È stata la mia guida, la persona che mi è sempre stata vicina. Non c’è mai stato bisogno che parlassi con lei, capiva tutto al volo.

Luca Salatino: “Costretto a lasciare il pugilato”

 

A metterlo al tappeto, in questo caso letteralmente, è stata la necessità di lasciare lo sport cui si era dedicato anima e corpo: “Anch’io sono entrato in crisi. Ero un ragazzo che faceva pugilato, era il mio sogno, per me era tutto. Mi ha consentito di percorrere una buona strada, mi ha tolto dalla strada, poi problemi alla schiena mi hanno impedito di seguire il mio sogno. Avevo puntato tutto su quello e a 22 anni mi sono ritrovato senza niente, quindi sono caduto in depressione. Sono rimasto a letto per un anno ma quel demone mi è stato alle calcagna per un po’ di anni”. Per fortuna, dopo un momento complesso, a Salatino è stata data l’opportunità di incontrare l’adorata madre. “Basta piangere”, gli ha consigliato lei, invitandolo a una maggiore positività.

2.238 CONDIVISIONI
1107 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni