8.212 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Giampaolo Morelli: “Ho scoperto solo ora chi è il mio vero padre. Lui sapeva, eravamo identici”

Giampaolo Morelli, attore napoletano 49enne, ha scoperto lo scorso gennaio di essere stato cresciuto da un padre diverso dal suo biologico. “Prima di morire, mia madre mi consegnò una lettera. Il mio vero padre è un altro uomo” ha raccontato, poi: “È un amico di famiglia morto nel 2013, lui sapeva, eravamo identici”.
A cura di Gaia Martino
8.212 CONDIVISIONI
Immagine

L'attore Giampaolo Morelli in una lunga intervista a Il Messaggero ha raccontato di aver scoperto, dopo 49 anni, chi è il suo vero padre. Francesco Morelli, ex magistrato napoletano oggi 90enne, non è il padre biologico, bensì un avvocato del foro di Napoli morto nel 2013. "Qualche giorno prima di morire, mia madre mi consegnò una lettera. C'era scritto che il mio vero padre era un altro uomo" ha raccontato, poi: un amico di famiglia morto nel 2013, lui sapeva, eravamo identici".

Il racconto di Giampaolo Morelli sul vero padre

Giampaolo Morelli lo scorso 20 dicembre, assistito dall'avvocato Yuri Picciotti, ha intrapreso il percorso giudiziario per il riconoscimento di paternità chiedendo che il giudice disponga il test del Dna sui parenti del suo presunto padre biologico. L'attore napoletano a Il Messaggero ha raccontato di aver scoperto tutta la verità dalla madre, nel gennaio 2023. "Qualche giorno prima di morire, mia madre mi consegnò una lettera. C'era scritto che il mio vero padre era un altro uomo, molto vicino alla mia famiglia, che aveva sempre saputo la verità. Aggiungendo che il mio padre naturale sospettava che non fossi suo figlio ma non ne aveva mai avuto certezza", ha raccontato. L'uomo in questione, un avvocato napoletano morto nel 2013, era un amico di famiglia. "Avrebbe avuto tante occasioni per manifestarsi ma non lo ha mai fatto. Ora però capisco perché in alcuni momenti della mia vita è stato presente e questo mi fa ancora più male". Ha rivelato di somigliare al suo presunto vero padre, "stessi occhi, stessi lineamenti": "Uno dei suoi nipoti, che è anche uno dei miei più cari amici, quando lo ha saputo mi ha detto: io non ho dubbi".

Su Francesco Morelli: "Per tutta la vita ha preferito non vedere"

Francesco Morelli, colui che lo ha cresciuto in qualità di padre, oggi ha 90 anni, "ha dei gravi vuoti di memoria", non ha avuto per questo motivo una reazione davanti a tale situazione. "Provo una grande tenerezza per lui che per tutta la vita ha preferito non vedere, anche se oggi mi rendo conto che il suo comportamento è stato quello di chi ha sempre saputo" ha commentato l'attore che ha poi spiegato di aver sempre avvertito la mancanza di una figura paterna. Ha aggiunto:

Il mio non è mai stato un padre affettuoso. Tra noi c'è sempre stata una grande distanza. Questa scoperta è stata molto dolorosa ma finalmente do un senso alle mie insicurezze. Ho sempre avuto la sensazione che mi mancasse qualcosa, ora so perché.

Ha deciso per questo motivo di intraprendere un percorso giudiziario, perché si è sentito "privato di un padre per puro egoismo". "Sapere di essere stati rifiutati dall'uomo che ti ha messo al mondo è un dolore indescrivibile. Adesso ho bisogno di ritrovare le mie origini" ha commentato.

"Non voglio essere privato della mia storia"

Giampaolo Morelli ha dichiarato di non volersi arrendere davanti alla sua storia. "So solo che ci sono tanti zii e cugini, che loro sono la mia storia e io di questa storia non voglio essere privato. Per questo spero che il giudice il 18 marzo dia disposizione per il test del Dna. E soprattutto che loro accettino. Un loro no per me sarebbe un ulteriore rifiuto" ha commentato, sostenendo che "la giustizia deve trionfare". "I figli nati fuori del matrimonio sono tanti. Nella maggior parte dei casi i processi durano anni solo perché qualcuno non vuole sottoporsi al Dna. Oltre il danno la beffa" ha continuato prima di concludere raccontando di aver inserito la sua storia, indirettamente, in tutti i suoi film da regista.

In ognuno infatti c'è sempre una scena dove si vedono delle lucette di una casa in lontananza, in quelle lucette per tutta la vita ho sempre cercato un calore familiare che non ho mai trovato.

8.212 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views