7 Marzo 2022
7:44

È morto Mitchell Ryan, attore del primo Arma Letale

È morto all’età di 88 anni l’attore Mtichell Ryan, diventato noto sopratutto per il suo ruolo del generale McAllister nel primo Arma Letale.
A cura di Elisabetta Murina

È morto a Los Angeles, all'età di 88 anni, l'attore Mitchell Ryan. Era diventato noto al pubblico soprattuto per la sua interpretazione del generale Peter McAllister nel primo Arma Letale e per il ruolo di Edward Montgomery nella sitcom Drama &Greg. La notizia è stata data dalla figliastra, Denise Dreed, a The Hollywood Reporter.

La carriera di Mitchell Ryan

Mitchell Ryan, originario di Cincinnati, ha prestato servizio nella Marina degli Stati Uniti prima di dedicarsi al teatro e al cinema. Per più di dieci anni ha recitato sul palcoscenico teatrale quotidianamente, sia in quello di Broadway che altrove. Il primo ruolo sul grande schermo risale al 1958 con Thunder Road. Da quel momento in poi, la sua carriera è decollato. Ha preso parte a diverse serie tv, come Magnum Force, High Plains Drifter e Blue. Il personaggio che però l'ha fatto conoscere e apprezzare al grande pubblico è stato quello del generale narcotrafficante Peter McAllister nel primo Arma Letale, degli anni ottanta. Negli anni novanta ha interpretato il patriarca Edward Montgomery nella serie Dharma & Greg, tornando sul piccolo schermo dopo un periodo di stop a causa di alcuni problemi con l'alcool, che lo hanno portato negli anni 70 a essere licenziato dal set di Dark Shadows. "Ero così ubriaco quell'anno, ricordo a malapena di cosa si trattasse", aveva raccontato in un'intervista a Tv Guide nel 1976.

È morto Sidney Poitier, il primo attore afroamericano a vincere l'Oscar
È morto Sidney Poitier, il primo attore afroamericano a vincere l'Oscar
È morto l'attore Enzo Garinei, aveva 96 anni
È morto l'attore Enzo Garinei, aveva 96 anni
Morgan Stevens è morto a 70 anni, era uno degli attori di Saranno Famosi
Morgan Stevens è morto a 70 anni, era uno degli attori di Saranno Famosi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni