20.654 CONDIVISIONI
16 Marzo 2022
20:45

18 Regali, storia di Elisa Girotto e come è nata l’idea dei doni per la figlia: “Avrà un segno di me”

La storia vera di Elisa Girotto è raccontata nel film 18 regali con Vittoria Puccini, Edoardo Leo e Benedetta Porcaroli. Elisa aveva solo 40 anni quando è morta a seguito di un cancro al seno, lasciando il marito Alessio Vicenzotto e la figlia Anna nata da poco. Prima di morire, confrontandosi con altre guerriere come lei, ha scelto dei regali che accompagnassero la bambina fino ai 18 anni: “Voglio abbia un segno di me”.
A cura di Daniela Seclì
20.654 CONDIVISIONI
18 regali, la vera Elisa Girotto con la figlia Anna e con il marito Alessio Vicenzotto
18 regali, la vera Elisa Girotto con la figlia Anna e con il marito Alessio Vicenzotto

Il film 18 regali con Vittoria Puccini, Edoardo Leo e Benedetta Porcaroli è ispirato alla storia vera di Elisa Girotto. La mamma trevigiana morta a 40 anni a seguito di un cancro al seno. La donna apprese la diagnosi il giorno prima di dare alla luce la figlia Anna. Lottò con tutte le sue forze contro la malattia, sostenuta dal marito Alessio Vicenzotto, dalla famiglia e da un gruppo di donne che, come lei, stavano affrontando il cancro. Quando capì che non c'era più nulla da fare, pensò a 18 regali da fare a sua figlia, perché a ogni compleanno fino ai 18 anni, Anna potesse ricevere una carezza dalla sua mamma. Non sapeva che la sua storia sarebbe stata d'ispirazione per tante persone, che prima si sono commosse ascoltandola e poi hanno affondato in essa le radici della loro voglia di vivere. Il marito l'ha ricordata con queste parole:

"Elisa vedeva la vita per quello che era e la affrontava sempre con il sorriso sulle labbra, non perdendosi mai d’animo e godendo di ogni secondo che le veniva concesso. Spero che la storia di mia moglie aiuti le persone a riflettere sull’importanza dell’amore verso la vita, che va sempre vissuta a pieno, anche nei momenti di difficoltà".

L'amore tra Elisa Girotto e il marito Alessio Vicenzotto

Elisa Girotto tra le braccia del marito Alessio Vicenzotto
Elisa Girotto tra le braccia del marito Alessio Vicenzotto

Elisa Girotto e Alessio Vicenzotto si sono conosciuti nel 2012. All'inizio, però, lei non era particolarmente propensa a frequentarlo. L'uomo, infatti, in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera nel 2017, aveva confidato: "Non mi sopportava, le stavo antipatico". Ma perché si tratti di un grande amore, non deve per forza avere inizio con un colpo di fulmine. Elisa e Alessio, infatti, in poco tempo sono diventati inseparabili. Al Messaggero, Vicenzotto raccontò: "Quando ci siamo conosciuti eravamo due adulti forse anche abbastanza disillusi. Ma abbiamo capito che il nostro era un incontro speciale, di quelli che ti rivoluzionano la vita". Stavano insieme da quattro anni, quando è nata la piccola Anna.

La nascita della figlia, la diagnosi di cancro al seno e il matrimonio anticipato

Elisa e Alessio nel giorno del loro matrimonio
Elisa e Alessio nel giorno del loro matrimonio

Nell'estate 2016, il giorno prima del parto, Elisa ha scoperto di avere un cancro al seno. Il suo viaggio tra interventi e terapie è stato raccontato dalla senologa Alberta Ferrari nel suo blog su L'Espresso. Conosceva virtualmente Elisa. Inizialmente sembrava che il cancro fosse stato preso in tempo. Un mese e mezzo dopo la diagnosi, la donna si è sottoposta al primo intervento. Due mesi più tardi, Elisa ha iniziato i cicli di chemioterapia. Qualche settimana dopo ha avvertito dei dolori. Sintomi che continuavano a peggiorare. In un gruppo Facebook creato da donne che hanno lottato contro la stessa malattia, Elisa scrisse: "La mia vita è come un'auto che dopo un incidente si rompe catastroficamente".

Purtroppo il cancro si ripresentò e, stavolta, non rispondeva alla chemioterapia. Neanche un intervento invasivo riuscì a fermare la malattia. Su Facebook, Girotto confidò: "Sono spacciata". Le donne del gruppo, allora, scrissero sulle loro mani: "Elisa io ci credo" e la inondarono di foto per darle la forza di continuare a lottare. Intanto, sentiva di non avere più tanto tempo e così, coronò il suo sogno d'amore con Alessio. Un mese prima della data prevista, precisamente il 14 agosto, i due si sposarono. Il marito ha ricordato: "È stata una giornata speciale. Ma non abbiamo neppure fatto in tempo a scegliere insieme le foto. E neppure a scartare i regali".

I 18 regali di Elisa Girotto alla figlia Anna: come è nata l'idea

Il 23 agosto 2017, Elisa Girotto ebbe l'idea che ha reso virale la sua storia, facendola entrare nelle case e nella vita di tantissime persone. Nel gruppo Facebook composto da quelle guerriere come lei, che ormai considerava vere amiche, scrisse:

"Sto acquistando regali per i futuri compleanni/Natali di Anna che voglio abbia un segno di me. Ora però sono in difficoltà…cosa piace poi alle bimbe dai 7 anni? Che gusti avrà la mia Anna? Mi date delle idee? Io ho pensato anche a carta da lettere e un diario segreto. Ma dopo?"

Fu travolta dai consigli e così, a casa iniziarono ad arrivare i primi regali. Il marito Alessio raccontò:

"Mentre lei era ricoverata, il corriere veniva a casa un giorno sì e un giorno no per consegnare pacchi. Li scartavo e dentro trovavo vestiti per tutte le età, libri, bambole, giochi didattici. “Elisa chi è che ce li manda?”, le avevo chiesto. Lei allora mi ha spiegato che erano i suoi regali per nostra figlia, e che io avevo il compito di impacchettarli e darglieli al momento giusto".

Tra i regali anche una Barbie con la cucina, per parlare ad Anna della sua passione per i fornelli, un puzzle che ritraeva il Golden Gate e poi, per il diciottesimo compleanno, un mappamondo di sughero su cui erano segnati i luoghi che avrebbe voluto visitare con lei. Poi, quaderni pieni delle sue memorie e note vocali: "Era terrorizzata dal fatto che la bambina potesse perdere il ricordo della sua voce. Per questo aveva iniziato a incidere dei messaggi vocali. Finché non è entrata in coma". Elisa Girotto è morta a settembre del 2017. Oggi la piccola Anna ha cinque anni.

La storia di Elisa Girotto rivive nel film 18 regali

18 regali, Vittoria Puccini e Benedetta Porcaroli nei panni di Elisa e Anna
18 regali, Vittoria Puccini e Benedetta Porcaroli nei panni di Elisa e Anna

"Elisa mi diceva sempre: devi sorridere. Il sorriso è bello per chi lo fa e bello per chi lo riceve": è questa la lezione che la donna ha lasciato al marito, alla figlia Anna e a tutti coloro che hanno condiviso un pezzo di strada con lei. La storia e l'esempio di Elisa Girotto rivivono nel film 18 regali diretto da Francesco Amato con Vittoria Puccini, Edoardo Leo e Benedetta Porcaroli. Puccini ha raccontato l'emozione provata nell'interpretare questa madre e il suo ultimo gesto d'amore per la figlia:

"La cosa che mi ha colpito di Elisa è stata il suo coraggio. Ci siamo avvicinati a questa storia con grande rispetto, abbiamo parlato a lungo con il marito, abbiamo messo tutto il cuore che potevamo mettere. Abbiamo visto i diari di Elisa, la lista dei regali, ci è stato permesso di entrare davvero nel mondo che dovevamo poi raccontare. Quando ho preso in mano la lista vera dei regali che Elisa ha lasciato ad Anna è stata un’emozione sconvolgente e ho percepito con esattezza l’importanza di questa eredità. È un film emozionante perché celebra la vita, il coraggio di una donna che trova il modo di accompagnare la figlia fino ai diciotto anni pur non essendoci fisicamente. È un film sull’amore".

 
20.654 CONDIVISIONI
Ascolti tv, 18 regali ha battuto Più forte del destino
Ascolti tv, 18 regali ha battuto Più forte del destino
GF Vip, Alfonso Signorini:
GF Vip, Alfonso Signorini: "Imbarazzato da Alex e Soleil, mi chiedo se la loro storia sia finta"
Fedez ha spiegato come è nata l'idea della finta discesa in Politica per lanciare Disumano
Fedez ha spiegato come è nata l'idea della finta discesa in Politica per lanciare Disumano
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni