video suggerito
video suggerito

Ivana Knoll, la tifosa più famosa della Croazia: “Ricevo messaggi dai calciatori di tutto il mondo”

Ivana Knoll si racconta in un’intervista. La modella e dj parla del successo raggiunto e del rapporto con haters e fan. A proposito dei commenti negativi, spiega: “Ci sono sempre persone così infelici che pensano di sentirsi importanti se mi insultano. Ma non mi preoccupo dell’opinione di nessuno”.
A cura di Eleonora Di Nonno
1.300 CONDIVISIONI
Immagine

Ivana Knoll, nota al grande pubblico per le sue apparizioni durante le partite della Croazia, è una modella e imprenditrice che dal 2018 ha costruito la sua fama proprio per la presenza fissa agli eventi sportivi come tifosa. In un'intervista a Repubblica racconta del suo successo e del rapporto con haters e fan.

"Ricevo messaggi privati da calciatori di tutto il mondo"

Alla domanda se la fama abbia cambiato la sua vita, Ivana Knoll risponde che inciso soprattutto sul numero di follower e sui conti correnti bancari, oltre al fatto che viene riconosciuta per strada. In molti, però, le hanno rivolto complimenti volgari: "Solo tra i croati: ci sono sempre poche persone così infelici che pensano di sentirsi importanti se mi insultano. Ma non mi preoccupo dell’opinione di nessuno". Sono tanti i calciatori e le celebrità che la contattano: "Ma non rivelerei mai nomi perché non costruisco la mia carriera sul nome di qualcun altro. Quello che posso dire è che sono stata fidanzata per dieci anni, ora sono single e mi diverto".

"Da quando una mia foto è diventata virale sono un personaggio pubblico"

Ivana Knoll è nata da genitori croati ma è cresciuta in Germania: "Ci siamo trasferiti quando avevo 8 anni in Croazia. Mi sono laureata a Zagabria e ho conseguito un master in Tecnologie grafiche. Durante la Coppa del Mondo in Russia, la Fifa mi ha fatto una foto allo stadio di Kaliningrad in Croazia-Nigeria, la foto è diventata virale e da allora sono diventato un personaggio pubblico". Da quel momento ha guadagnato così tanti follower da stringere accordi con diversi brand: "La prossima estate creerò il mio marchio di bikini Knolldoll con il famoso modello CROkini, cioè il bikini della Croazia. Facevo la modella già da anni, ma solo in Croazia perché mio padre odiava che facessi la modella e non mi permetteva di intraprendere la carriera di modella fuori dalla Croazia". Un'imposizione che non ha accettato, tanto da trasferirsi negli Stati Uniti, prima a Miami e poi a Los Angeles: "Ho incontrato alcune agenzie, ho trovato un rappresentante, ho trovato un avvocato e ho ottenuto il visto di lavoro. Mi sono trasferita lì subito dopo il Covid. Poi c’è stata la Coppa del Mondo in Qatar, lì sapete cos’è successo".

"Hollywood non è quello che voglio, sono tornata a fare la dj"

Dopo la questione con il Qatar la vita di Ivana Knoll è cambiata profondamente: "È stato pazzesco. Sono tornata negli Stati Uniti e all'improvviso mi sono trovata circondata dalle più grandi celebrità del mondo. Sono diventata amica di molte di loro, ma dopo aver visto le loro vite ho capito che Hollywood non è quello che voglio. Sono tornata al mio primo grande amore, la musica. Ho deciso di lasciare tutto per tornare a fare la dj". La modella si dice grata per essere tornata a lavorare alla sua musica, ha suonato all’Art Basel South Beach Miami, all’apertura del Fontainebleau di Las Vegas, al Gp di Montreal in Formula 1. Tra tre settimane suonerà sul palco dei sui sogni: Ultra Europe.

1.300 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views