Un vero e proprio inferno: così è stato descritto un asilo di Torquay, nel Devon in Inghilterra, dove un centinaio di famiglie sono state contattate della polizia a causa di ripetuti e frequenti episodi di violenza sessuale sui bambini. Gli inquirenti hanno reso noto che uno dei dipendenti del ‘Jack & Jill nursery' è stato arrestato perché ritenuto coinvolto nelle violenze. Un ruolo vitale nelle indagini potrebbe essere svolto dalle telecamere a circuito chiuso dell'istituto, secondo quanto scrive il quotidiano inglese Daily Mirror.

Le vittime degli abusi sarebbero bimbi in tenerissima età: le prime segnalazioni alla polizia sono giunte alla fine di luglio, e nello stesso giorno il sospettato è stato tratto in arresto. Polizia, autorità locali e una commissione clinica stanno indagando sulle accuse di violenza sessuale: il commissario capo ispettore James Stock ha spiegato  che "da quando abbiamo avuto le prime informazioni, è in corso un'indagine di polizia. Oltre 250 ore di immagini dalle telecamere sono state esaminate: un numero di bambini di età pari o superiore a 2 anni è stato identificato come potenziale vittima". Ora tutti i genitori dei bambini che hanno frequentato l'asilo sono stati contattati in relazione alle indagini.