Allattare è concesso anche agli Uffizi, grazie all’iniziativa di UNICEF
in foto: Allattare è concesso anche agli Uffizi, grazie all’iniziativa di UNICEF

Misty Daugereaux, una donna statunitense, ha deciso di raccontare un episodio di discriminazione di cui è stata vittima: dopo aver portato il nipotino al Centro acquatico per famiglie Nessler Park a Texas City ha deciso di allattare al seno il suo bambino di appena dieci mesi che aveva fame. Un gesto assolutamente normale e naturale che tuttavia non è piaciuto ai sorveglianti del parco, che nel giro di pochi minuti si sono avvicinati e l'hanno invitata a smettere di allattare al seno oppure ad allontanarsi e non farsi vedere.

Stando a quanto racconta l'Independent, i funzionari della piscina sono stati molto contrariati dal fatto che la donna avesse entrambi i seni scoperti. A Misty è stato intimato di andarsene e quando ha chiesto spiegazioni ai poliziotti loro le hanno risposto che, oltre ai seni esposti aveva adottato un linguaggio offensivo. Sembra che la segnalazione sia arrivata da alcuni utenti del parco che non hanno gradito la sua decisione di allattare in pubblico.

Le autorità cittadine si sono pubblicamente scusate con la donna, che ha deciso di raccontare la sua disavventura ai giornali per far in modo che nessun'altra mamma si trovi a vivere una situazione di tale imbarazzo