Dopo 15 anni di coma profondo il principe saudita "dormiente" Al-Waleed bin Khalid bin Talal ha per la prima mosso una mano, rispondendo al saluto di una zia che al suo capezzale gli stava dicendo "Ciao ciao", chiedendogli anche di ricambiare il suo saluto con un movimento della mano. Così effettivamente è successo e il toccante momento è stato immortalato in un video ben presto diventato virale.

Il principe saudita è entrato in coma 15 anni fa dopo essere stato coinvolto in un grave incidente stradale. Era il 2005 e Al-Waleed bin Khalid bin Talal, appena 18enne, frequentava il Military College di Londra quando la tragedia ha spento i suoi sogni. Da tempo studiava scienze militari nella capitale britannica ed è lì che è avvenuto l’incidente. Da allora è in coma, curato in un ospedale specializzato di Riyadh.

Suo padre, il principe Khalid bin Talal (fratello del principe miliardario Al-Waleed bil Talal), non ha mai perso la speranza che possa risvegliarsi dal coma: "Se Dio avesse voluto farlo morire nell’incidente, ora sarebbe nella sua tomba… Dio ha preservato la sua anima per tutti questi anni e lui è in grado di guarirlo". Durante tutti questi anni principi e alti funzionari sauditi non lo hanno mai lasciato solo e hanno continuato a fargli visita. Ma l’amore della famiglia è il vero motore, e così ieri il principe dormiente ha dato un segnale, è bastato quel cenno della mano per riscaldare i loro cuori e alimentare la speranza.