La terra ha tremato nel primo pomeriggio nel Bellunese. Un terremoto di magnitudo 2.4 è stato registrato alle 14.38 nella regione del Cadore. L’epicentro a quattro chilometri, direzione nord-est, da Ospitale di Cadore. Mentre l’epicentro a otto chilometri di profondità. I dati sono stati trasmessi dalla sala sismica dell’Ingv (istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) di Roma. Tantissime le telefonate ricevute dai vigili del fuoco di Belluno. I cittadini di Perarolo hanno raccontato di aver sentito un “forte boato”.

Proprio a Perarolo c’è stato un intervento dei pompieri per la verifica statica di una casa diroccata e disabitata che sembra essere crollata in parte. I vigili del fuoco sono stati costretti all’evacuazione anche di quella adiacente.Come riporta anche il Corriere della Sera, a parte questo episodio non sono stati segnalati danni a cose o persone. A Venas di Cadore hanno detto di aver sentito un “rumore, sussultorio, molto breve”. A Longarone un “piccolo movimento”. L’ultimo terremoto si era verificato a metà novembre scorso. La scossa era stata di 3.1 gradi sulla scala Richter con epicentro tra Santo Stefano di Cadore e Vigo e epicentro a sei chilometri di profondità.