Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Tragedia questa mattina a Vejano, in provincia di Viterbo. Un ragazzo di 28 anni è morto in un incendio divampato nell'appartamento in cui viveva con la madre alle 7 del mattino. Sul posto i Vigili del Fuoco, chiamati dai vicini di casa del giovane appena hanno visto il fumo uscire dalle finestre dell'abitazione. Per il ragazzo, purtroppo, non c'è stato nulla da fare. Nonostante la tempestività dei soccorsi è stato trovato priva di vita all'interno dell'appartamento. Ancora ignote le cause del rogo, sul quale indagano i carabinieri, anche loro giunti sul posto insieme a soccorritori del 118 e pompieri.

L'incendio è scoppiato alle 7 del mattino in una via del centro storico di Vejano. A quanto si apprende, la madre del giovane era uscita di casa e lui era rimasto da solo nell'appartamento. L'abitazione ha preso fuoco, con una nube densa di fumo nero che ha cominciato a uscire dalle finestre. I vicini di casa hanno visto cosa stava accadendo, e temendo il peggio hanno subito chiamato i Vigili del Fuoco, intervenuti tempestivamente per spegnere le fiamme. Poco dopo il loro arrivo, la tragedia, con il rinvenimento del corpo del 28enne ormai senza vita. I soccorritori hanno provato a fare di tutto per rianimarlo, ma purtroppo non c'era più nulla da fare, il ragazzo era già morto. La palazzina è stata sgomberata per permettere le operazioni di soccorso: si temeva infatti che l'incendio potesse estendersi al resto dello stabile, ma secondo le prime informazioni sarebbe rimasto circoscritto all'appartamento dove viveva il 28enne. Sotto shock i residenti della zona e la madre del giovane, increduli per la tragedia avvenuta stamattina.