12 Novembre 2021
22:08

Terrorizzavano il litorale romano, 18 condanne per i membri del clan mafioso Fragalà

Quasi cent’anni di carcere sono stati inflitti a 18 membri del clan mafioso Fragalà, che ha terrorizzato il litorale romano per anni.
A cura di Natascia Grbic

Il giudice del Tribunale di Velletri ha condannato i membri del clan Fragalà, originario di Catania ma attivo sul litorale romano, a quasi 100 anni di carcere, riconoscendo l'associazione a delinquere di stampo mafioso. I giudici hanno recepito l'impianto accusatorio formulato dai giudici della direzione distrettuale antimafia di Roma che hanno coordinato l'attività dei carabinieri del Ros che nel 2019 hanno arrestato 31 persone appartenenti al clan. La Corte ha inflitto condanne tra i 26 anni di carcere, per colui che è ritenuto il capo clan, e i due anni e sei mesi di reclusione. In particolare tra i condannati ci sono il boss Alessandro Fragalà, 26 anni e 11 mesi di reclusione, Santo D'Agata, 24 anni e 7 mesi, Salvatore Fragalà, 16 anni, Ignazio Fragalà, 13 anni e 3 mesi, Mariangela Fragalà, 14 anni e 11 mesi, Astrid Fragalà, 2 anni e 6 mesi e Francesco D'Agati a 2 anni e 6 mesi. Nel 2020 erano stati condannati altri sei membri dell'organizzazione criminale, con pene oltre i cinquant'anni di carcere.

L'operazione ‘Equilibri' che ha decimato il clan Fragalà

L'indagine dei carabinieri del Ros, che hanno condotto l'operazione Equilibri, è culminata negli arresti di 31 persone appartenenti al clan Fragalà nel 2019. Durante il blitz era stato liberato un ostaggio. Al centro dell'inchiesta, il traffico di droga – cocaina, hashish, marijuana – importata soprattutto dalla Colombia e dalla Spagna grazie ad alleanze con gruppo criminali camorristici e siciliani. Nel corso delle perquisizioni erano state sequestrati armi e droghe. Sempre durante la perquisizione è stata trovata una formula di affiliazione mafiosa: "Sette cavalieri di mafia si riunirono nel 1973 per un giuramento a sangue, lo nascosero in una ‘damigianella'. Chi lo scoprirà sarà colpito da sette coltellate".

Colpite due organizzazioni mafiose italo-albanese: 27 arresti, uno dei clan stava con Diabolik
Colpite due organizzazioni mafiose italo-albanese: 27 arresti, uno dei clan stava con Diabolik
Fiumicino, vandali danneggiano nella notte i gazebo per i tamponi degli studenti
Fiumicino, vandali danneggiano nella notte i gazebo per i tamponi degli studenti
Lancia il cane del figlio 15enne dalla finestra e lo uccide: sarà processato
Lancia il cane del figlio 15enne dalla finestra e lo uccide: sarà processato
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni