Il primo liceo del Lazio dove sono stati effettuati i test rapidi per la ricerca del virus Sars-CoV-2 a tutto il personale e a tutti gli studenti è stato il liceo Manara, quartiere Monteverde di Roma. Tutti i referti sono negativi, ha annunciato oggi il direttore dell'Istituto Spallanzani, Francesco Vaia, ospite di Buongiorno Regione su Rai Tre. "Abbiamo iniziato i test nella comunità scolastica del Lazio, parliamo di 800mila ragazzi, ieri i primi test in alcune scuole. Al liceo ‘Manara' gli esiti sono tutti negativi", ha dichiarato. Presto lo screening verrà esteso a tutte le scuole del territorio, dando ovviamente priorità a quegli istituti in cui si sono già verificati casi positivi.

All'Enrico Mattei di Cerveteri, primo istituto della provincia di Roma ad essere coinvolto nell'indagine, sono stati effettuati ieri 466 test rapidi antigenici. "Si registrano tre casi positivi immediatamente isolati e sottoposti al tampone molecolare per la conferma, avviata l'indagine epidemiologica", ha informato l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, che ha aggiunto: "Abbiamo dato mandato alle Asl di procedere con gli screening negli istituti del loro territorio dando la priorità a quegli istituti dove si siano registrati dei casi di positività". Oggi verranno testati gli alunni e il personale dell'istituto Martino Filetico di Ferentino, provincia di Frosinone.

Cinque ragazzi positivi al test rapido, poi negativi al tampone

Cinque ragazzi sono risultati positivi (anche si si è trattato di una bassissima posivitià) ai test rapidi e quindi hanno dovuto effettuare un tampone molecolare di verifica e controllo. Tutti sono risultati negativi. "Ribadisco l'importanza di fare questi test rapidi, anche nel caso di piccolissimi segali di falsa positività. Ci è stato comunicato che molto probabilmente si trattava di falsi positivi, ma per sicurezza sono stati eseguiti tamponi di controllo", ha dichiarato a Fanpage.it la dirigente scolastica, dottoressa Atala Grattarola.

Cosa sono i test antigenici

I test antigenici sono i cosiddetti ‘tamponi rapidi' e sono quelli utilizzati nelle postazioni allestite negli aeroporti di Ciampino e Fiumicino. Non sono test molecolari (come i tamponi classici), ma test che servono a rilevare gli antigeni virali. Per raccogliere il campione biologico, però, il metodo è lo stesso e serve un tampone naso-faringeo. Il risultato si ha in meno di mezz'ora. Proprio per questo, i test antigenici posso essere utili per screening di massa rapidi nelle scuole. Al momento per confermare un referto positivo serve effettuare un tampone classico molecolare.