262 CONDIVISIONI
Coronavirus
20 Luglio 2020
9:53

Spiagge affollate e assembramenti a Ponza: il sindaco vieta lo sbarco ai turisti in barca

Sbarco vietato per i diportisti a Ponza, che nel mese di luglio registra un boom di presenze, con spiagge affollate. Il sindaco Franco Ferraiuolo ha firmato un’ordinanza in cui vieta l’attracco all’isola ai turisti arrivati in barca, se non in casi di “comprovata esigenza”. Ponza ad oggi è Covid free.
A cura di Alessia Rabbai
262 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Spiagge affollate a Ponza, che già nel mese di luglio registra un boom di presenze. Il sindaco Franco Ferraiuolo, nell'ordinanza 79 ha vietato lo sbarco per i turisti con imbarcazioni da diporto, che ormeggiano nei pressi della costa. "È fatto divieto alle persone imbarcate o ospiti sulle unità da diporto alla fonda nelle acque circostanti il territorio del Comune di Ponza di sbarcare sulla costa isolana – si legge nelle disposizioni messe nero su bianco dal primo cittadino". Una misura che prevede come eccezioni "comprovati motivi di urgenza, di salute o di forza maggiore da comunicare subito alle forze dell'ordine". Un provvedimento quello preso dal sindaco, a seguito dell'affollamento delle spiagge e degli assembramenti che rendono difficile il controllo del rispetto delle norme anti contagio, per scongiurare casi del virus sull'isola, fino ad oggi Covid free.

Le regole per i diportisti a Ponza

Secondo quanto riporta l'ordinanza 79 del Comune di Ponza, sull'isola è vietato lo sbarco ai diportisti. Non potranno attraccare, se non in casi di comprovata esigenza e in punti prestabiliti. Lo sbarco in caso di necessità è comunque previsto dalle 8 alle 10.30 e dalle 19.30 alle 24. I turisti prima di scendere sull'isola saranno sottoposti alla misurazione della temperatura corporea tramite termoscanner.

Il sindaco: "Tutte le nostre risorse in campo"

"Bisogna mantenere alta l'attenzione, indossare la mascherina e mantenere il distanziamento sociale" spiega il sindaco. Per quanto riguarda la vigilanza sull'isola, il sindaco ha dichiarato di aver messo in campo tutte le risorse a sua disposizione per controllare il rispetto delle regole e monitorare i turisti e ha spiegato di aver chiesto un supporto alla Questura di Latina. Già nelle scorse settimane sull'isola si è registrato il boom di presenze, con turisti in arrivo da Formia, Terracina, Anzio e San Felice Circeo a bordo di traghetti, a cui si sono aggiunte le imbarcazioni private con il risultato che non c'era più posto per attraccare e le limitate spiagge dell'isola erano piene.

262 CONDIVISIONI
27180 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni