224 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Spari da una macchina a Corviale a Roma: morto un 33enne, ferito un altro uomo

Due uomini sono stati feriti da colpi d’arma da fuoco a largo Edoardo Tabacchi a Roma, zona Corviale. Uno dei due, un 33enne, è morto.
A cura di Enrico Tata
224 CONDIVISIONI
Foto di repertorio.
Foto di repertorio.

Spari a Corviale, periferia di Roma. Due uomini sono stati feriti da colpi d'arma da fuoco a largo Edoardo Tabacchi. Uno è ferito a una gamba, ma le sue condizioni non sono gravi. È stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale San Camillo. L'altro è stato ferito al torace ed è morto poco dopo il suo arrivo in ospedale. Si tratta di un ragazzo di 33 anni.

Le persone che hanno sparato sono fuggite a bordo di un'automobile, una Fiat Panda bianca, e tuttora sono ricercate dalle forze dell'ordine. I colpi sarebbero stati esplosi dalla vettura in corsa.

A chiamare i primi soccorsi sono stati alcuni passanti. Sul posto sono arrivati i carabinieri del Nucleo Investigativo di via In Selce, che si stanno occupando delle indagini.

Il fatto è avvenuto alle 19.30 di oggi, 15 settembre. I due uomini feriti sono entrambi di nazionalità italiana.

"Unarma esprime profonda preoccupazione e sdegno per l'ennesimo atto di violenza avvenuto oggi in Largo Edoardo Tabacchi/Via Ettore Ferrari, nei pressi delle stazioni Trullo e Complesso Eur. Due giovani sono stati feriti da colpi d'arma da fuoco, con uno di loro gravemente colpito al torace, attualmente in ambulanza in stato critico", informa  una nota a firma di Antonio Nicolosi, segretario generale Unarma, associazione sindacale Carabinieri.

"L'autore o gli autori di questo vile attacco sono in fuga a bordo di un'auto Fiat Panda bianca. Le forze dell'Arma stanno attivamente perseguendo i responsabili per garantire giustizia. Il nostro pensiero va alle vittime, e siamo in contatto con le autorità per assicurare il massimo impegno nelle indagini. Diffonderemo ulteriori aggiornamenti man mano che nuove informazioni saranno disponibili. La solidarietà della comunità è essenziale in momenti come questo, e insieme possiamo combattere contro la violenza e perseguire la giustizia", si legge ancora nella nota.

224 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views