Scomparso il tridente, distrutte le braccia e le mani della statua. Così Ostia ha ritrovato questa mattina il suo Nettuno, uno dei simboli del quartiere del litorale. L'opera che ritrae il dio del mare era stata installata da alcuni artisti nel 2019 e questa notte qualcuno ha voluto vandalizzarla. Per il momento non ci sono indizi sui possibili colpevoli. La notizia è stata diffusa dal sito locale La Mia Ostia.

"Ho appreso questa mattina una notizia dove si scrive che la scultura del Dio del Mare, installata lo scorso anno da alcuni artisti è stata danneggiata da ignoti per prendere il tridente, simbolo di Nettuno. Non è la prima volta che la statua di Nettuno viene danneggiata. Lo scorso anno, a causa del maltempo, le forti onde che hanno investito ripetutamente la scultura hanno distrutto le mani e portato via il tridente, disperso in mare. Non è ammissibile commettere tale atto vandalico e criminale. Mi auguro che le indagini che saranno svolte dagli enti preposti di polizia giudiziaria, possano far luce per risalire ai responsabili che hanno danneggiato e sottratto illegalmente il tridente", ha dichiarato Emiliano Metalli, esponente della Lega del X Municipio.

La statua del Nettuno a Ostia

Come ricordato da Metalli, la statua è stata più volte danneggiata dal maltempo. A settembre scorso la scultura era stata distrutta e il tridente era stato portato via dalle onde di una fortissima mareggiata. Lo scorso anno era stata completamente distrutta dalla forza del mare, ma la mobilitazione di diversi artisti aveva fatto sì che venisse riparata in sole 48 ore. La statua era stata posta sulla scogliera a ponente del Pontile di Ostia nel 2019: il Nettuno è poi ben presto diventato un simbolo di tutto il litorale e dei suoi pescatori.