Un affollato Ponte Sisto davanti alla piazza Trilussa interdetta (foto LaPresse)
in foto: Un affollato Ponte Sisto davanti alla piazza Trilussa interdetta (foto LaPresse)

Le piazze della movida di Roma restano nel mirino dei controlli delle forze dell'ordine. Nella serata di ieri, sabato 25 luglio, alcuni dei luoghi di ritrovo più frequentati sono stati chiusi in via temporanea per l'impossibilità di garantire le norme di prevenzione del contagio da Covid-19.

Roma, polizia locale chiude le piazze della movida

Gli agenti della polizia locale di Roma Capitale hanno nella serata di sabato hanno provveduto a isolare temporaneamente i luoghi più affollati, dove gli assembramenti non permettono di garantire il distanziamento sociale. Transennate la scalinata di piazza Trilussa ad altre località come piazza Bologna, piazza Madonna dei Monti, largo degli Osci e la Scalea del Tamburino dove oltre cento persone sono state allontanate.

Sanzioni in locali e ristoranti, controlli anche a Ostia

Sono circa 50 le sanzioni elevate dai vigili per la vendita ed il consumo di alcool oltre l'orario consentito, più di 30 gli illeciti riscontrati all'interno di ristoranti e locali pubblici per il mancato rispetto delle regole anti-Covid, per occupazioni di suolo pubblico irregolari e carenze igienico-sanitarie in violazione alla normativa atta a tutelare i consumatori. Controlli sono stati condotti nella zona di Ostia dove gli accertamenti hanno riguardato soprattutto la zona del lungomare: qui le sanzioni sono scattate per la vendita di alcool in modo non legale. Il titolare di uno stabilimento è stato sanzionato per inosservanza di alcune norme atte a limitare il contagio e per la somministrazione di alcol fuori dall'orario consentito.