La linea A della metropolitana di Roma è ferma da oltre mezzora. Secondo quanto dichiarato da Atac sul suo sito, in cui aggiorna dell'andamento del servizio in tempo reale, i ritardi nel servizio sarebbero causati da un atto vandalico. Al momento non si hanno ulteriori informazioni, né è noto quando la circolazione ferroviaria potrà tornare alla normalità. I tecnici sono al lavoro per ripristinare il servizio nel più breve tempo possibile. A quanto si apprende dai commenti e dalle foto pubblicate sui social da alcuni utenti indignati, le banchine delle stazioni sono strapiene, con assembramenti sui vagoni della metro ma anche sugli autobus. Una situazione inaccettabile in tempi di pandemia, ma che a Roma è diventata praticamente la normalità.

Caos sulla metro A, assembramenti su banchine e vagoni

A causare i rallentamenti della metropolitana di Roma, un calo di tensione provocato – secondo quanto dichiarato da Atac – da un atto vandalico di cui non è stata ancora resa nota la natura. E se in questo caso non si può dire che il disservizio sia responsabilità dell'azienda capitolina, ormai è però sotto gli occhi di tutti il problema dei mezzi pubblici romani, che la pandemia ha reso ancora più evidente dato che è impossibile nelle ore di punta prendere un autobus o una metro dove la capienza al 50% sia rispettata. Una situazione che sta esasperando i cittadini, che sanno a che ora escono di casa ma non quando arriveranno a lavoro. Senza contare il dover stare stipati nell'autobus e nelle metro dove non è garantita la distanza minima di sicurezza, con il rischio di contagiarsi.