17 Gennaio 2022
19:18

Resta in carcere il presunto killer di Diabolik: respinta istanza degli avvocati

Gli avvocati di Raul Esteban Calderon hanno presentato un’istanza per chiedere la scarcerazione del loro assistito, ma i giudici hanno respinto la richiesta.
A cura di Enrico Tata

Resta in carcere il presunto killer di Fabrizio Piscitelli, ‘Diabolik'. Gli avvocati di Raul Esteban Calderon hanno presentato un'istanza per chiedere la scarcerazione del loro assistito, ma i giudici hanno respinto la richiesta. Nei giorni scorsi, inoltre, sempre il tribunale del Riesame ha confermato il carcere anche per un secondo omicidio di cui è accusato il sicario di origini argentine: l'uccisione di Shehaj Selavdi, ammazzato sulla spiaggia di Torvajanica il 20 settembre 2020 davanti a decine di bagnanti. Il movente dell'omicidio di Diabolik, ma anche di quello di Selavdi, è legato a una guerra tra gruppi criminali per la gestione delle piazze di spaccio, sostengono gli investigatori della Dda di Roma.

Per l'omicidio di Diabolik Calderon è accusato di omicidio aggravato dal metodo mafioso. La sua difesa ha chiesto l'annullamento o l'attenuazione delle misure cautelari decise nei suoi confronti ma, come detto, i giudici hanno respinto la richiesta. Ad incastrare il killer c'è anche un video che non lascerebbe dubbi sul suo coinvolgimento nell'uccisione dell'ex leader degli Irriducibili della Lazio.

Il presunto killer di Piscitelli è stato arrestato lo scorso 17 dicembre. "Le fonti di prova su cui si è fondata l'adozione del provvedimento sono costituite dagli elementi raccolti dalla Squadra Mobile e dalla Polizia Scientifica nel corso del sopralluogo effettuato sul luogo e nell'immediatezza del fatto e in particolare da un filmato estratto da una telecamera installata in zona con la quale è stata ripresa l'esecuzione del delitto. Dall'analisi tecnica del filmato dell'omicidio è emersa una chiara compatibilità tra il killer visibile nel filmato e il soggetto gravemente indiziato", ha fatto sapere la procura.

Le immagini della telecamera di sorveglianza riprendono Piscitelli e il suo autista mentre arrivano al parco degli Acquedotti con una Jeep presa a noleggio. I due si siedono su una panchina. Il killer indossa pantaloncini da jogging grigi e una maglietta a maniche corte, arriva all'interno del parco e si confonde tra i corridori, si avvicina alla panchina e spara da dietro a Diabolik, colpendolo alla nuca. Poi continua a correre verso la strada, dove sale su una motocicletta guidata da un complice. La telecamera riprende il presunto killer proprio durante la fuga.

L'avvocato di Enrico Varriale sulla presunta vittima di stalking e violenza: "È poco credibile"
L'avvocato di Enrico Varriale sulla presunta vittima di stalking e violenza: "È poco credibile"
Chiesto l'ergastolo per Daniele Cestra, il serial killer del carcere di Frosinone
Chiesto l'ergastolo per Daniele Cestra, il serial killer del carcere di Frosinone
Epatite sconosciuta, D'Amato: "Individuato un caso sospetto nel Lazio"
Epatite sconosciuta, D'Amato: "Individuato un caso sospetto nel Lazio"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni