La conversazione su Whatsapp tra il ragazzo e un intermediario per l’affitto di una camera
in foto: La conversazione su Whatsapp tra il ragazzo e un intermediario per l’affitto di una camera

A Cassino un ragazzo ghanese è in cerca di una camera in affitto e si è rivolto a un intermediario. Ha preso con lui accordi e ha chiesto: "Per il momento quanti mesi devo pagare?". Significa quindi che i due si erano praticamente già messi d'accordo. L'intermediario però ha risposto: "Ho parlato con il proprietario proprio ora e mi ha detto che non affitta camere a extracomunitari. Mi dispiace. Se trovo qualche altra cosa di faccio sapere. Buona giornata". Questo stralcio della conversazione avvenuta su Whatsapp è stata pubblicato su Facebook dall'avvocato Pierluigi Franchitto, che da tempo segue i problemi legali dei migranti.

"Gyan parla italiano benissimo, studia e lavora. Buongiorno notte"

Il giovane ghanese è arrivato cinque anni fa in Italia, ha vissuto per diverso tempo in un centro d'accoglienza, ha studiato e si è diplomato a Cassino alle scuole serali, poi ha cominciato a lavorare. Si è trasferito a Foggia per qualche mese, riporta il quotidiano locale Ciociaria Oggi, ha vissuto un breve periodo ad Atina, provincia di Frosinone, e poi è tornato a Cassino. In città, però, Gyan non è ancora riuscito a trovare una camera in affitto. "Gyan parla italiano benissimo, studia e lavora. Buongiorno notte", ha scritto l'avvocato Franchitto come didascalia allo screenshot pubblicato su Facebook. Nei commenti un ragazzo della Guinea ha commentato: "È una cosa assurda e purtroppo si verifica molto in Italia, ma le autorità non fanno nulla a riguardo.Mi è successo proprio a me una cosa del genere". "Hai ragione fra", ha risposto il giovane Gyan.