Willy Monteiro
in foto: Willy Monteiro

Una medaglia d'oro al valore civile sarà consegnata alla famiglia di Willy Monteiro Duarte, il giovane di 19 anni ucciso di botte lo scorso 6 settembre a Colleferro. La cerimonia privata si svolgerà domani alle 19 al teatro comunale Esperia. L'incontro, riporta la Repubblica, sarà presieduto dal prefetto di Frosinone Ignazio Portelli, saranno presenti, oltre alla famiglia del ragazzo, una rappresentanza di amministratori locali di Paliano, il comandante della stazione dei carabinieri, il comandante della polizia locale e il parroco di Sant'Andrea, Paolo Baldo.

Continuano le indagini sull'omicidio

E intanto continuano le indagini sulla morte del ragazzo, al termine delle quali comincerà il processo per i quattro ragazzi accusati di omicidio volontario per la morte di Monteiro Duarte: si tratta dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi, Mario Pincarelli e Francesco Belleggia. I primi tre sono reclusi nel carcere di Regina Coeli, il quarto ha ottenuto i domiciliari dopo il primo interrogatorio di fronte al giudice. Per la morte di Willy, rischiano l'ergastolo.

L'omicidio di Willy Monteiro Duarte

Willy Monteiro Duarte è stato ucciso a calci e pugni la notte del 6 settembre in piazza Oberdan a Colleferro. La notte stesa del suo omicidio sono stati arrestati i fratelli Marco e Gabriele Bianchi, lottatori esperti di MMA, Mario Pincarelli e Francesco Belleggia. Tutti di età compresa tra i 21 e i 26 anni, sono accusati di aver massacrato di botte Willy, causandone la morte. Il ragazzo era intervenuto in difesa di un amico, quando è stato spinto, preso a calci e pugni e buttato in terra, dove hanno continuato a infierire su di lui. Dopodiché i quattro si sono dati alla fuga, raggiungendo il locale del fratello dei Bianchi e tentando di far sparire la macchina. Arrestati poco dopo, dal carcere hanno iniziato ad accusarsi a vicenda.

Foto de La Repubblica
in foto: Foto de La Repubblica

Il racconto del testimone a Fanpage.it

Per ora la situazione più critica sembrerebbe essere quella dei fratelli Bianchi. Picchiatori seriali, con diverse denunce per lesioni alle spalle, sarebbero stati loro, secondo la versione di un testimone data a Fanpage.it, a picchiare e uccidere Willy. "Gabriele Bianchi gli ha dato prima un calcio, poi un pugno in testa", ha dichiarato un giovane di Colleferro che ha assistito al pestaggio. Dal carcere invece, loro accusano Francesco Belleggia. La parola ai fatti, quando il processo arriverà nelle aule di tribunale.