14.682 CONDIVISIONI
Morte del carabiniere Mario Cerciello Rega a Roma

Cerciello Rega, gli avvocati sulle sentenze annullate: “Non sapevano fossero carabinieri”

Gli avvocati di Finnegan Lee Elder e Gabriel Natale Hjorth hanno commentato la sentenza d’annullamento delle condanne all’ergastolo per l’omicidio di Mario Cerciello Rega, il vicebrigadiere ucciso a Roma nel luglio 2019 mentre era in servizio.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Roma Fanpage.it
A cura di Alessia Rabbai
14.682 CONDIVISIONI
Mario Cerciello Rega, Elder e Natale
Mario Cerciello Rega, Elder e Natale
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Morte del carabiniere Mario Cerciello Rega a Roma

"Elder non era consapevole di avere di fronte un carabiniere e lo ha sempre detto chiaramente, fin dall'inizio" è il commento di Renato Borzone, l'avvocato che difende Lee Finnegan Elder a margine della sentenza della Suprema Corte di Cassazione, che ha annullato del condanne in secondo grado a ventidue e ventiquattro anni per i due ragazzi americani a processo per l'omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega, disponendo un processo bis. Mario Cerciello Rega è stato ucciso a trentacinque anni a coltellate la notte del 26 luglio del 2019 in via Pietro Cossa, nel quartiere Prati a Roma. Elder è l'esecutore materiale del delitto, avendo tra i due materialmente inferto i fendenti al militare. "La dinamica del fatto – spiega il legale – escludeva questa circostanza, confermando che il collega Andre Varriale, che era con Cerciello la notte della tragedia, non avesse detto la verità. Ci dispiace che ciò sia avvenuto solo al terzo grado di giudizio, ma l'importante è che sia stato riconosciuto".

Perché la Cassazione ha annullato la sentenza per l'omicidio del vicebrigadiere

"Tecnicamente significa che ci sono due circostanze aggravanti molto pesanti anche come pena che si fondavano sul fatto che Elder fosse consapevole di trovarsi davanti ad una persona che faceva parte delle forze dell'ordine, ma Elder fin dal primo momento ha spiegato che non c'era questa consapevolezza – continua Borzone – Siamo molto soddisfatti della sentenza ma anche amareggiati, perché abbiamo dovuto attendere quattro anni per questo risultato". Anche Gabriel Natale Hjorth ha ricevuto una sentenza di annullamento del processo. La notte in cui sono accaduti i fatti che hanno portato alla prematura scomparsa del militare dell'Arma Natale ha avuto una colluttazione con Varriale. Il suo avvocato Fabio Alonzi ha commentato: "Il mio assistito ha ottenuto ciò per cui ci siamo sempre battuti, ossia l'assenza della prova del concorso all'omicidio".

Le reazioni dei parenti di Mario Cerciello Rega dopo la sentenza

La vedova Cerciello e i famigliari del vicebrigadiere all'uscita dal Palazzaccio non hanno rilasciato dichiarazioni ai giornalisti, così come gli avvocati di parte civile. I parenti del militare ucciso sono andati sul luogo dell'omicidio, poco distante dalla Cassazione e si sono stretti tra loro in un forte abbraccio. Nel punto in cui Rega è stato accoltellato c'è una lapide in suo ricordo circondata di fiori.

Il luogo dell'omicidio di Mario Cerciello Rega
Il luogo dell'omicidio di Mario Cerciello Rega
14.682 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni