3.128 CONDIVISIONI
24 Agosto 2021
10:18

Mistero nella villa di Esterino Montino e Monica Cirinnà: 24mila euro nascosti nella cuccia del cane

Nella residenza al centro dell’azienda agricola di Esterino Montino e Monica Cirinnà a Capalbio, durante dei lavori di manutenzione sono emersi 24.000 euro in contanti dalla cuccia del cane. Il denaro è stato denunciato dai padroni di casa e sequestrato dai carabinieri. Giallo sulla provenienza dei rotoli di banconote.
A cura di Redazione Roma
3.128 CONDIVISIONI

Mistero nella tenuta agricola del sindaco di Fiumicino Esterino Montino e della senatrice dem Monica Cirinnà, oltre un centinaio di ettari di terreno nella Maremma. Gli operai, nel corso di alcuni lavori di manutenzione nella residenza a Capalbio della coppia, hanno rinvenuto un piccolo tesoro in contanti: 24.000 euro di banconote arrotolati con degli elastici e ben celati tra le assi della cuccia esterna del cane. Alla scoperta gli operai hanno immediatamente informato i padroni di casa – in quel momento in casa si trovava uno dei figli di Montino -, che a loro volta hanno contattato i carabinieri della stazione locale che hanno proceduto a sequestrare il denaro.

La vicenda è raccontata oggi sulle pagine della cronaca romana del quotidiano il Messaggero. Da quanto si apprende non è chiaro da quanto tempo il denaro fosse nascosto nel tetto della cuccia: le banconote, non sigillate in nessun involucro o busta risultavano in buono stato quindi è probabile che fossero state nascoste di recente.

"Gli operai stavano facendo un po’ di pulizia intorno ad un capannone e vicino a questo, a confine con la strada pubblica, c’è la vecchia cuccia del cane che è lì forse da 5 o 6 anni se non ché gli operai hanno toccato la cuccia e sono usciti questi soldi mal ridotti e poi vista la situazione mio figlio mi ha avvertito e abbiamo deciso di chiamare i carabinieri perché non sappiamo nulla della provenienza", ha dichiarato Montino al quotidiano di via del Tritone.

Chi ha nascosto il denaro? Quale la sua provenienza? Domande che ancora non hanno trovato una risposta. Quel che sembra certo è che nessuno verrà a reclamare i rotoli di banconote, visto che sembra essere di provenienza illecita. L'ipotesi di Montino: "In questa zona i carabinieri hanno fatto un lunghissimo lavoro su una situazione di spaccio durata un paio d’anni a cui sono seguiti degli arresti. Gente che veniva da fuori e si dava appuntamento in mezzo ai boschi per acquistare o vendere droga e forse quei soldi sono i proventi mai recuperati di questo traffico". 

"In merito all'importante cifra di denaro rinvenuta casualmente nella nostra azienda e che abbiamo prontamente consegnato ai carabinieri siamo felici che quel denaro, molto probabilmente frutto di qualche reato compiuto da malviventi, sarà nella disponibilità del Fondo unico per la giustizia e che verrà utilizzato per fini di pubblica utilità – ha dichiarato la senatrice Monica Cirinnà insieme al marito Esterino MontinoÈ questo il comportamento corretto che ogni cittadino onesto deve tenere e siamo orgogliosi di quanto fatto. Siamo in contatto con la Procura di Grosseto e con il comando provinciale dei carabinieri per avere notizie sull'evoluzione delle indagini al fine anche di assicurare serenità e sicurezza alla nostra azienda. Abbiamo inoltre dato mandato al nostro avvocato di perseguire chiunque tenti di adombrare la correttezza e limpidezza del nostro operato".

3.128 CONDIVISIONI
Monica Cirinnà (Pd) perde nettamente, aveva detto:
Monica Cirinnà (Pd) perde nettamente, aveva detto: "Collegio non idoneo ai miei temi"
Croci celtiche sui manifesti di Monica Cirinnà:
Croci celtiche sui manifesti di Monica Cirinnà: "Intimidazione nazifascista, non mi fermerò mai"
Nella villa del Casertano 105 chili di cocaina, sequestro da 8 milioni di euro
Nella villa del Casertano 105 chili di cocaina, sequestro da 8 milioni di euro
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni