Coalizione Centrodestra
44%
56 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26%
5 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.6%
5 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.7%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
60375 sezioni su 60399
Ultimo aggiornamento: 2 minuti fa
Coalizione Centrodestra
43.8%
121 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26.1%
12 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.4%
10 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.8%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
61396 sezioni su 61417
Ultimo aggiornamento: 10 minuti fa
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia
26 Settembre 2022
15:51

Matone, Ciani e Mennuni: chi lascia il Campidoglio per entrare in Parlamento

Lasceranno sicuramente l’Assemblea capitolina Simonetta Matone e Lavinia Mennuni, per il centrodestra, e Paolo Ciani, per il centrosinistra.
A cura di Enrico Tata
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia

Le elezioni politiche del 25 settembre avranno conseguenze anche sulla composizione dell'Assemblea Capitolina. Lasceranno sicuramente il Campidoglio, infatti, Simonetta Matone e Lavinia Mennuni, per il centrodestra, e Paolo Ciani, per il centrosinistra.

Simonetta Matone, candidata vicesindaca del centrodestra nelle elezioni perse del 2021, ex giudice, ha vinto il suo collegio uninominale (municipi III e IV) battendo Enzo Foschi, vicepresidente del Pd Lazio. Lavinia Mennuni, Fratelli d'Italia, consigliera capitolina dal 2008, non aveva alcun paracadute e il suo collegio al Senato, che comprende i quartieri di Roma centro, era considerato perdente. Mennuni ha invece battuto Emma Bonino e Carlo Calenda. Paolo Ciani, leader di Demos, è invece uno dei due candidati del centrosinistra che hanno conquistato un collegio uninominale nel Lazio (l'altro è Roberto Morassut). Ciani era candidato nel collegio di Roma centro alla Camera dei deputati.

Al posto di Lavinia Mennuni dovrebbe entrare Stefano Erbaggi, il primo dei non eletti in Fratelli d'Italia. Al posto di Ciani dovrebbe entrare Sandro Petrolati, secondo dei non eletti nella lista Demos. Questo perché la prima non eletta, Barbara Funari, è diventata assessora alle Politiche sociali. Infine al posto di Matone potrebbe entrare Davide Bordoni (che però è anche in lizza per entrare al Senato, ma è improbabile).

Tra i consiglieri e gli assessori della giunta Gualtieri c'è però anche chi non ce l'ha fatta. Tra questi l'assessore al Decentramento e alla Partecipazione, Andrea Catarci, che ha perso il suo collegio elettorale, vinto da Giulia Bongiorno (era il collegio di Montesacro e del municipio delle Torri). Non sono stati eletti (dati parziali, ma il dubbio è solo su Santori) neanche Ferdinando Bonessio, consigliere capitolino di Europa Verde, Fabrizio Santori, Lega, e Flavia De Gregorio, lista Calenda.

Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni