Presidio a piazza Venezia a Roma contro il governo guidato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. I manifestanti, no mask e negazionisti soprattutto, sono circa 100, circondati da alcune camionette della polizia e da agenti in assetto antisommossa. Oltre ai cori contro Conte e contro l'ultimo Dpcm del 3 novembre, a seguito del quale l'Italia è stata divisa in tre aree, gialla, arancione e rossa, alcune persone hanno inneggiato a Donald Trump, il presidente uscente degli Stati Uniti che ancora non ha concesso la vittoria elettorale allo sfidante, il democratico Joe Biden.

Tensione in piazza tra polizia e manifestanti, alcuni identificati

I poliziotti hanno tentato di disperdere i manifestanti, poiché il sit in non era autorizzato, ma questi ultimi hanno reagito e c'è stato qualche momento di tensione e qualche manganellata sferrata dalle forze dell'ordine. Tre o quattro partecipanti al presidio sono stati identificati. I manifestanti si sono spostati dall'area davanti all'Altare della Patria e si trovano ora nell'aiuola davanti al capolinea degli autobus che fermano in piazza Venezia.

Gli organizzatori avevano detto: "In piazza 200mila persone"

Alla manifestazione avrebbero dovuto partecipare, secondo gli organizzatori, tra le 200mila e le 250mila persone, ma in piazza, come detto ci sono un centinaio di persone. Tra i manifestanti anche i lavoratori di quei settori costretti a chiudere in seguito al nuovo dpcm varato dal presidente Conte, tra cui anche i gestori di sale giochi, sale bingo e sale scommesse. "La pandemia e le manovre del Governo stanno uccidendo l’economia e il tessuto sociale dell’Italia, dunque invito tutte le persone che vogliono protestare in modo del tutto pacifico di unirsi a questa manifestazione e far sentire la propria voce e il proprio scontento ai piani alti", avevano spiegato gli ideatori della protesta. "libertà libertà libertà, saremo in migliaia, lavoratori, partite iva, commercianti, attivisti, tutti uniti al grido Italia libera", l'appello con cui è stata convocata la manifestazione.