2.459 CONDIVISIONI

L’epitaffio sulla tomba di Alberto Sordi a Roma: “Sor Marchese è l’ora”

Albertone occupa un posto speciale nella memoria della città e nel cuore dei romani. Alberto Sordi è stato il volto della commedia all’italiana che più ha rappresentato il carattere della romanità e dei cambiamenti della capitale nel dopo guerra e negli anni del boom. Sepolto nel Cimitero monumentale del Verano, sulla tomba una citazione da uno dei film che lo hanno reso indimenticabile: “Il Marchese del Grillo”.
A cura di Redazione Roma
2.459 CONDIVISIONI
La tomba di Alberto Sordi al Cimitero del Verano
La tomba di Alberto Sordi al Cimitero del Verano

È seppellito a Roma, al cimitero del Verano, il grandissimo Alberto Sordi all'interno della cappella di famiglia. Scomparso il 24 febbraio del 2003, l'attore e regista è morto a Roma dove ha sempre abitato, all'età di 83 anni. Alla sua camera ardente in Campidoglio parteciparono migliaia di cittadini, rimasti in fila anche per ore per dare l'ultimo saluto ad "Albertone" come i romani lo hanno sempre chiamato. Sordi, che non si è mai sposato e non ha avuto figli abitando con la sorella fino all'ultimo, è stato uno dei campioni dell'immagine popolare e verace della romanità. Ai suoi funerali nella basilica di San Giovanni ha partecipato, secondo le stime del comune di Roma, una folla commossa di 250.000 persone.

Funerali di Alberto Sordi a Roma (foto LaPresse)
Funerali di Alberto Sordi a Roma (foto LaPresse)

La citazione dal Marchese del Grillo sulla tomba di Alberto Sordi

Protagonista della commedia all'italiana, alcune delle sue interpretazioni più famose sono ancora oggi un'icona della Roma del dopoguerra e del boom economico. Da Nandi Moriconi di "Un'Americano a Roma" a Otello Celletti de "Il Vigile" che dirige il traffico di piazza Venezia. E poi pellicole come "Lo Scapolo" e "Il Medico della mutua", più tardi negli anni '80 "Il Tassinaro" e ovviamente "Il Marchese del Grillo" diretto da Mario Monicelli, da cui è tratto l'epitaffio iscritto sulla tomba di Alberto Sordi. Nel film del 1981 Sordi interpreta il marchese Onofrio del Grillo, che alla corte di Papa Pio VII conduce uno stile di vita dissoluto e dedito all'ozio, saltando di burla in burla e di osteria in osteria, mischiandosi con i popolani della città, immagine di una nobiltà decadente e incapace. Ma il Marchese mette in scena anche alcuni aspetti del carattere attribuito ai romani, l'indolenza e un sarcastico cinismo.

Dove si trova la tomba di Alberto Sordi al cimitero del Verano a Roma

La tomba di Alberto Sordi si trova all'interno del Cimitero monumentale del Verano a Roma, tra il quartiere di San Lorenzo e la Stazione Tiburtina. Per chi volesse andare a rendere omaggio con un fiore o un ricordo ad Albertone la cappella di famiglia si può trovare seguendo le indicazioni "zona ampliamento", riquadro 145, cappella 2. All'interno del Verano riposano altri importanti personaggi della storia italiana, cantanti, politici, registi, scrittori e attori, da Vittorio Gassman a Giulio Andreotti, da Rino Gaetano a Bud Spencer, Alberto Moravia e Sibilla Aleramo e tanti altri.

2.459 CONDIVISIONI
La villa di Alberto Sordi si ingrandisce: arriva l'ok dal Comune per la casa-museo
La villa di Alberto Sordi si ingrandisce: arriva l'ok dal Comune per la casa-museo
Addio alla storica libreria Feltrinelli nella Galleria Alberto Sordi
Addio alla storica libreria Feltrinelli nella Galleria Alberto Sordi
Profanata tomba di Alfredino Rampi: 11 svastiche sulla lapide del bimbo morto nel pozzo a Vermicino
Profanata tomba di Alfredino Rampi: 11 svastiche sulla lapide del bimbo morto nel pozzo a Vermicino
176 di Videonews
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni