Immagini gentilmente concesse da Franco Menenti
in foto: Immagini gentilmente concesse da Franco Menenti

Tre esemplari di airone cenerino sono nati per la prima volta a Roma e per la prima volta tutto il processo è stato documentato, con tanto di video e foto a testimoniare il lieto evento. Le uova si sono schiuse nei giorni scorsi in un'area verde di alto pregio naturalistico e paesaggistico all'interno del Grande Raccordo Anulare a Est della Capitale. Padrini dei nuovi venuti al mondo gli attivisti del Gruppo Naturalistico Roma Est ‘Giancarlo Cristarella', che hanno monitorato con foto e video tutte le fasi di nidificazione, dal corteggiamento alla costruzione del nido, fino alla cova e alla schiusa delle uova, per poi comunicarlo a tutti i cittadini. "Questo evento eccezionale – si legge in una nota firmata da Mario Paloni, Franco Menenti, Alessandro Fiorillo – dimostra l'importante contributo delle aree verdi urbane alla conservazione e alla implementazione della biodiversità".

Roma Est, 126 specie documentate dagli attivisti del Gruppo Naturalistico "Giancarlo Cristarella"

Sempre nella stessa area convivono ben 126 specie di avifauna, mammiferi come la volpe e l'istrice, rettili (tra cui il biacco), anfibi come la rana verde, il rospo comune e il rospo smeraldino, osservate e documentate dagli attivisti durante il loro lavoro anche nelle loro fasi riproduttive. Presenti anche numerosi tipi di insetti, soprattutto le libellule. Dopo quest'ultimo traguardo della nascita dei tre esemplari di airone cinerino, gli attivisti del Gruppo Naturalistico Roma Est ‘Giancarlo Cristarella' chiedono alle istituzioni di procedere con "l'adozione di adeguate forme di protezione e tutela per un'area verde urbana che si è dimostrata così preziosa sotto il profilo naturalistico e per la conservazione della biodiversità, utile non soltanto per la lotta al cambiamento climatico ma anche per migliorare la qualità della vita dei cittadini".