17 Luglio 2021
8:51

La leggenda del tennis Nicola Pietrangeli socio onorario dell’Associazione Nazionale Carabinieri

Da ieri l’Associazione Nazionale Carabinieri ha un socio speciale: Nicola Pietrangeli, che ha fatto la storia del tennis italiano e mondiale. Il diploma che gli conferisce lo status di socio benemerito dell’Arma gli è stato consegnato alla Scuola Allievi di Roma, nella Caserma Orlando De Tommaso, direttamente dal presidente dell’ANC, il generale di Corpo d’Armata Libero Lo Sardo.
A cura di Redazione Roma

Da ieri l'Associazione Nazionale Carabinieri ha un socio speciale: Nicola Pietrangeli, che ha fatto la storia del tennis italiano e mondiale. Il diploma che gli conferisce lo status di socio benemerito dell'Arma gli è stato consegnato alla Scuola Allievi di Roma, nella Caserma Orlando De Tommaso, direttamente dal presidente dell'ANC, il generale di Corpo d'Armata Libero Lo Sardo.

L'Associazione Nazionale Carabinieri raccoglie i militari dell'Arma in servizio o in congedi, i loro familiari e gli amici. Parliamo di 200.000 iscritti e 140.000 soci effettivi, una delle più importanti realtà associative del panorama italiana con 1.700 sezioni locali che possono contare su 166 organizzazioni di volontariati impegnate quotidianamente nei più svariati compiti di tutela dei cittadini e della comunità, di sostegno e rispetto della legalità.

La carriera di Nicola Pietrangeli è stata costellata di successi e trofei prestigiosi.Come tennista è stato il numero 3 del mondo nel singolare, ha vinto il Roland Garros nel singolare nel 1959 e nel 1960, e nel doppio nel 1959; ha conquistato inoltre la medaglia di bronzo, nel singolare maschile, al torneo di tennis ai Giochi olimpici di Città del Messico, nel 1968. A Wimbledon raggiungendo la semifinale nel 1960 ha ottenuto il miglior risultato per un italiano prima che qualche giorno fa Matteo Berrettini arrivasse in finale. E sempre a Wimbledon, Pietrangeli raggiunse la finale nel doppio nel 1956. Inoltre, l'ex tennista detiene il primato mondiale degli incontri disputati e vinti in Coppa Davis, con 164 presenze complessive (110 nel singolare e 54 nel doppio) e 120 vittorie (rispettivamente 78 e 42). Raggiunta due volte la finale, ha infine conquistato la Coppa Davis con la Nazionale come capitano non giocatore nel 1976. È il solo tennista italiano a essere stato introdotto nella International Tennis Hall of Fame.

Traffico internazionale di farmaci: ricette false e medicine costose comprate con soldi dello Stato
Traffico internazionale di farmaci: ricette false e medicine costose comprate con soldi dello Stato
False fatture e spaccio di droga: scattano 30 arresti in tutta Italia
False fatture e spaccio di droga: scattano 30 arresti in tutta Italia
620 di antoizzo86
Messi in Venezuela, folla di fan accerchia il bus dell'Argentina
Messi in Venezuela, folla di fan accerchia il bus dell'Argentina
22 di askanews
Spacciavano shaboo e droga dello stupro in monopattino: tra i clienti medici e docenti universitari
Spacciavano shaboo e droga dello stupro in monopattino: tra i clienti medici e docenti universitari
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni