Il Lazio non raggiungerà il numero di vaccinazioni anti Covid fissato come obiettivo per la settimana in corso (dal 23 al 29 aprile) dal generale Francesco Paolo Figliuolo. Anzi, la campagna vaccinale in realtà non sta neanche accelerando rispetto ai sette giorni appena trascorsi. I numeri, infatti, sono praticamente identici rispetto a quelli registrati la scorsa settimana (nonostante un nuovo picco record di 36mila vaccinazioni giornaliere).

L'obiettivo settimanale del Lazio

Per il Lazio il generale Figliuolo aveva previsto un totale di 279mila somministrazioni settimanali, con un picco di 50mila vaccinazioni giornaliere nella sola giornata di venerdì 29 aprile. Il Lazio attualmente ha inoculato 151mila dosi e mancano due giorni: per raggiungere l'obiettivo del commissario straordinario la Regione dovrebbe vaccinare in 48 ore 128mila persone, in pratica 64mila somministrazioni al giorno. Praticamente impossibile. Il Lazio è comunque in buona compagnia: il 26 aprile, per esempio, soltanto due Regioni, la Basilicata e la Campania erano in linea con quanto chiesto da Figliuolo. Il Lazio era al 70 per cento, la Lombardia all'88 per cento dell'obiettivo fissato dal generale. L'obiettivo del governo è quello di arrivare a 500mila vaccinazioni al giorno a partire dal 29 aprile. Probabilmente, anche a livello nazionale, questa soglia non verrà raggiunta.

In un'intervista rilasciata al Messaggero, l'assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato, ha già messo le mani avanti.  Le scorte delle prossime settimane non sono sufficienti, a suo dire, per aumentare così tanto le somministrazioni giornaliere, così come chiesto dal governo: "In base ai nostri calcoli, per fine aprile e maggio manca almeno mezzo milione di dosi per superare la soglia delle 50mila iniezioni quotidiane".

Poche vaccinazioni con Johnson&Johnson

I nuovi hub vaccinali Johnson&Johnson stentano a decollare: ad esempio il nuovo drive in di Valmontone potrebbe raggiungere le 1000 vaccinazioni giornaliere (3mila a regime), ma ieri, contando anche quelle fatte nel nuovo hub della Vela di Tor Vergata, il numero totale di vaccinazioni con il nuovo siero monodose ha superato di poco le mille unità. Peraltro la metà di queste sono state effettuate su personale sanitario under 60. Insomma gli anziani che ieri si sono vaccinati con Johnson&Johnson sono stati poco più di 600.

Le somministrazioni giornaliere nel Lazio
in foto: Le somministrazioni giornaliere nel Lazio

Il confronto con la scorsa settimana

L'obiettivo del Lazio per la scorsa settimana (dal 16 al 22 aprile) era arrivare a 210mila somministrazioni, con una media di 30mila vaccinazioni al giorno. Ne sono state fatte oltre 216mila, superando di 6mila la soglia fissata dal generale Figliuolo. Confrontando i dati degli ultimi sette giorni con quelli, parziali, della settimana in corso si può osservare che soltanto nella giornata di venerdì c'è stato un aumento sensibile delle vaccinazioni giornaliere rispetto alla scorsa settimana (raggiungendo le 36mila vaccinazioni giornaliere).

La Regione Lazio: "Mancano dosi per accelerare"

Ad oggi è previsto per maggio l'arrivo di 1.202.770 vaccini, di cui 849.270 Pfizer, 215.900 AstraZeneca, 121.800 Moderna e 15.800 Johnson&Johnson, il cui unico arrivo confermato è previsto per il 3 maggio. Il tetto delle 50mila somministrazioni al giorno per 31 giorni è pari a .1550 vaccini, ricorda la Regione Lazio, ai quali si aggiungono circa 600mila dosi necessarie per effettuare i richiami per un fabbisogno totale di 2.150.000 vaccini.