Triplice omicidio a Prati (Roma)
23 Novembre 2022
7:57

Investigatori scavano nel passato del killer delle prostitute: lui dietro ad altri casi irrisolti?

Giandavide De Pau potrebbe essere responsabile di altri omicidi e violenze compiute a Roma? È questa l’ipotesi che stanno cercando di verificare gli investigatori.
A cura di Enrico Tata
Giandavide De Pau
Giandavide De Pau
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Triplice omicidio a Prati (Roma)

L'ipotesi degli investigatori è inquietante: c'è la mano di Giandavide De Pau dietro ad alcuni casi irrisolti di omicidio e violenza sessuale a Roma? È questa la pista che stanno cercando di verificare i poliziotti scavando nel passato del killer che ha ucciso tre prostitute a Roma. In particolare, riporta il Messaggero, c'è un delitto di undici anni fa che assomiglia, per modalità e vittima prescelta, ai femminicidi di Prati. In via Ardeatina un camionista trovò il corpo dilaniato di una donna, sfigurato, senza testa né gambe né braccia. L'assassino asportò cuore e polmone, poi segnò una croce sul petto e legò il corpo con un fiocco.

Gli altri casi finiti nella lente degli investigatori

Nel mirino degli investigatori c'è poi un secondo caso, avvenuto nel 2019 sempre in zona Ardeatina. I vigili del fuoco arrivarono sul posto per spegnere un rogo e trovarono un cadavere senza braccia. Forse apparteneva a una prostituta che lavorava in zona. Un delitto, anche questo, senza responsabile. Infine nel luglio del 2017 un uomo tentò di uccidere con una coltellata alla gola una donna nigeriana nella pineta di Castelfusano e anche in quel caso il colpevole non è stato mai trovato. C'è De Pau dietro a queste aggressioni? Per ora si tratta soltanto di un'ipotesi investigativa, che potrà essere confermata soltanto confrontando le tracce biologiche repertate analizzando i corpi dilaniati negli anni scorsi con quelle del killer di Prati.

De Pau voleva scappare all'estero

L'uomo è accusato di triplice omicidio volontario e attualmente si trova in carcere. Il gip, nel decreto di convalida del fermo, ha sottolineato che c'è un elevato rischio di reiterazione del reato e di fuga. Sembra infatti che De Pau stesse pensando di scappare probabilmente all'estero. Un'amica cubana ha raccontato di essere stata da lui contattata per procurargli un passaporto falso con cui poter lasciare l'Italia dietro pagamento di 600 euro.

33 contenuti su questa storia
Giandavide De Pau aggedì un barista:
Giandavide De Pau aggedì un barista: "Mi ha preso a pugni in faccia, non ci vedevo più"
Blitz femminista a Prati per le donne uccise da De Pau:
Blitz femminista a Prati per le donne uccise da De Pau: "Diamo voce a chi non ce l'ha"
Triplice omicidio a Prati, le vittime uccise con 50 coltellate: i risultati dell'autopsia
Triplice omicidio a Prati, le vittime uccise con 50 coltellate: i risultati dell'autopsia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni