Lutto a Viterbo per la scomparsa improvvisa di Paolo Sganappa, morto a quarantun anni in un incidente stradale sulla via Tuscanese, avvenuto nella serata di sabato scorso 27 marzo. Un sinistro che ha avuto come bilancio un decesso e due feriti. Per Paolo, rimasto gravemente ferito, non c'è stato purtroppo nulla da fare per salvargli la vita. Secondo le informazioni apprese era da poco trascorsa l'ora di cena, erano circa le 21 e il quarantunenne, residente nella frazione di Monterazzano, nel momento in cui sono accaduti i drammatici fatti, era alla guida di un furgone Fiat Scudo e stava percorrendo la strada in direzione del capoluogo dell'alto Lazio, quando, per cause non note e ancora in corso d'accertamento, si è scontrato frontalmente con un'auto, una Bmw nera, che procedeva nel senso opposto, verso Tuscania. Un impatto molto violento a seguito del quale il conducente del furgone è morto, mentre due donne a bordo della macchina sono rimaste ferite. Per liberarle dalle lamiere del veicolo è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco, che le hanno poi affidate alle cure del personale sanitario, arrivato in ambulanza e poi trasportate all'ospedale di Belcolle per gli accertamenti del caso.

Indagini in corso

Per Paolo non c'è stato altro da fare che constatarne il decesso, a causa delle gravi ferite e traumi riportati. Lascia la sua compagna e un figlio piccolo. Presenti per i rilievi scientifici gli agenti della polizia stradale, che hanno svolto gli accertamenti di rito per ricostruire le dinamica dell'incidente e verificare eventuali responsabilità di chi si trovava alla guida, che rischia di essere indagato per omicidio stradale. Gli investigatori ascolteranno le due donne per raccogliere la loro testimonianza sull'accaduto. Entrambi i veicoli, come da prassi, sono stati sequestrati.