Grazie al vaccino la mortalità causata da malattia da Covid-19 è crollata del 95 per cento sulla popolazione over 80 del Lazio. Questo ha consentito di evitare 171 morti per coronavirus in un periodo di osservazione mediano di soli 21 giorni. Insomma in sole tre settimane di osservazione il completamento del ciclo vaccinale da parte degli ultra 80enni presi in osservazione ha evitato quasi 200 morti. Questi sono i risultati di uno studio realizzato dal Dipartimento di Epidemiologia della Regione Lazio, diretto dalla dottoressa Marina Davoli. La ricerca è stata svolta per studiare l'"effetto della vaccinazione sull'incidenza di ricoveri e decessi per Covid-19 nei soggetti con età maggiore di 80 anni che hanno completato il ciclo vaccinale". Qualche settimana fa era stato già anticipato uno dei risultati dello studio in merito al tasso di ospedalizzazione: la vaccinazione completa delle persone con più di 80 anni ha infatti ridotto del 91% l’incidenza di ricovero.

In generale il tasso di mortalità è diminuito in tutte le classi d'età. Il dato relativo agli over 90 evidenzia che la mortalità è passata da 76.6 casi ogni 100mila persone nelle settimane tra il 12 e il 25 aprile al 44.8 nelle settimane dal 26 aprile al 9 maggio. Per le classi d'età 80-89 si è passati da 37.7 nelle settimane 12 – 25 aprile a 22.8 nelle settimane del 26 aprile – 9 maggio. Infine nelle classi d'età 65 – 79 anni il tasso è passato da 17.2 nelle settimane 12-25 aprile a 10.1 in quelle 26 aprile – 8 maggio.

Zingaretti: "Tasso di mortalità in anziani crollato, ce l'abbiamo fatta"

"Rispetto a quello che era l'obiettivo prioritario, ovvero abbattere il tasso di mortalità dei nostri anziani, ce l'abbiamo fatta. E' stato molto importante alla vigilia delle riaperture aver messo in sicurezza chi rischiava di morire per il Covid. E' stato il nostro assillo nei mesi scorsi. Affrontiamo questa estate già con uno spirito nuovo", ha commentato i risultati dello studio il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.