Hanno aggredito e rapinato un coetaneo mentre prendeva un aperitivo con la fidanzata in un locale in Piazza delle Gardenie a Roma. Gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato due diciannovenni gemelli, che dovranno rispondere del reato di lesioni davanti all'Autorità Giudiziaria. La misura è scattata nei giorni scorsi, dopo che il giudice delle indagini preliminari ha accolto la richiesta avanzata dal pubblico ministero sulla custodia cautelare in carcere. Secondo le informazioni apprese i fatti risalgono allo scorso 22 novembre e sono avvenuti a Centocelle. I due fidanzati, approfittando del fine settimana, si erano concessi un momento di svago, rilassandosi e chiacchierando insieme. Improvvisamente uno dei due gemelli, con il volto coperto da un casco bianco, gli si è avvicinato e ha strappato dal collo del coetaneo due catenine. La vittima lo ha dunque raggiunto per cercare di recuperarle, ma i due gli si sono scagliati contro, prendendolo ripeturtamente a calci e a pugni, per poi lasciarlo accasciato sull'asfalto e darsi alla fuga a bordo di uno scooter verso viale della Primavera.

Diciannovenne refertato con 25 giorni di prognosi

La ragazza, sconvolta di quanto accaduto al fidanzato, ha chiamato il Numero Unico delle Emergenze 112 e chiesto l'intervento di forze dell'ordine e ambulanza. Così sul posto sono arrivati gli agenti della Sezione Volanti e del V Distretto Prenestino, diretto da Roberto Arneodo, che hanno condotto le indagini, che hanno ascoltato i testimoni e si sono messi sulle tracce dei responsabili, che hanno individuato e sottoposto a fermo. I poliziotti sono risaliti a loro grazie alle informazioni ricevute d achi era presente al momento dell'accaduto e ha assistito alla scena, il ragazzo in ospedale ha poi confermato l'identità del suo agressore. Il personale sanitario ha soccorso il giovane malmenato e lo ha trasportato in ambulanza all'ospedale, dove i medici hanno accertato la frattura composta del III medio della clavicola sinistra ed una ferita lacero contusa al sopracciglio sinistro, traumi per i quali hanno refertato venticinque giorni di prognosi.