731 CONDIVISIONI
7 Luglio 2022
7:55

Funzionaria antimafia arrestata per usura con figlio e marito, le minacce: “Ti faccio male”

Otto persone sono state arrestate, finite ai domiciliari e in carcere per associazione a delinquere finalizzata all’estorsione, esercizio abusivo del credito e usura. Tra queste la funzionaria dell’antimafia Gioia Boldrini, con marito e figlio.
A cura di Alessia Rabbai
731 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Gioia Boldrini, dipendente del ministero della Giustizia e in servizio alla direzione nazionale antimafia, è stata arrestata ed è finita ai domiciliari. Come riporta Il Messaggero la misura di custodia cautelare è scattata su disposizione del giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Roma, a seguito della richiesta avanzata dal pubblico ministero. A finire in manette oltre a Boldrini sono altre sette persone, che ieri sono state raggiunte dai poliziotti della Squadra Mobile. La funzionaria dell'antimafia Gioia Boldrini secondo l'accusa avrebbe svolto parallelamente il lavoro di cancelliera a quello di usuraia, insieme al figlio, all'ex marito e al nuovo compagno, con prestiti a interessi che oscillavano tra il 10% e il 70% su base trimestrale a ristoratori, baristi e parrucchieri da Piramide al Trullo, passando per Marconi e Garbatella. Nei confronti degli otto arrestati le accuse sono a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata all'estorsione, esercizio abusivo del credito e usura.

Le minacce a chi non pagava: "Mo' ti faccio male"

Le indagini della Polizia di Stato coordinate dalla Procura sono partite due anni fa a seguito della denuncia di un negoziante di Garbatella e sono state svolte tra giugno del 2020 e marzo del 2021. Il commerciante ha spiegato agli inquirenti che, a causa di difficoltà economiche, si era rivolto al figlio trentottenne della cancelliera, Valerio Garofalo. Lui, finito in carcere insieme al suo collaboratore Maurizio Cortellini, glielo avrebbe concesso con tassi d'interesse inizialmente ridotti, che ha poi aumentato vertiginosamente. E minacciava chi non li pagava con frasi come "Mo' ti faccio male, ti mando a spaccare tutto".

"Boldrini cancelliera e gestiva affari illeciti"

Nell'ordinanza d'arresto riportata dal Messaggero si legge che "i genitori di Valerio, Giovanni Garofalo e Gioia Boldrini, sono il braccio operativo della Capitale, operandosi di curare la fase di recupero e di riscossione del denaro dai vari debitori del sodalizio, e nel caso della Boldrini, anche di osservare l'andamento degli affari all'interno delle attività gestite dal sodalizio". La gip Annalisa Maranzano spiega che: "La Boldrini è straordinariamente camaleontica, capace di rivestire la carica di cancelliere a servizio della Giustizia e contemporaneamente dedicarsi agli illeciti affari del sodalizio. Di tale posizione lavorativa la donna è apparsa più volte avvantaggiarsi. Dalle intercettazioni emerge inoltre come Boldrini sia "una persona importante, che lavora al servizio di un magistrato all'interno del tribunale di Roma".

731 CONDIVISIONI
Alluvione Marche, la storia di Adriana:
Alluvione Marche, la storia di Adriana: "Ho perso mio marito e mio figlio, è stato come uno tsunami"
515.842 di Simona Berterame
Cammina in mezzo alla strada con le auto che sfrecciano e ferisce 3 agenti: arrestato
Cammina in mezzo alla strada con le auto che sfrecciano e ferisce 3 agenti: arrestato
Impedisce all'ex marito di vedere il figlio per 14 anni:
Impedisce all'ex marito di vedere il figlio per 14 anni: "Chi restituirà il tempo perso?"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni