Si è svegliato dal coma Francesco Proietti, il giovane di Paliano che lo scorso 7 giugno si è scontrato con una macchina su via Casilina, nei pressi della rotonda di Valmontone. Il ragazzo ha aperto gli occhi all'ospedale San Camillo di Roma dopo ben quaranta giorni di coma, riempiendo di felicità i familiari, gli amici e i medici che lo hanno curato sin dal primo momento. Come prima cosa, ha chiamato sua madre. Adesso il giovane ha davanti a sé un lungo percorso di riabilitazione, ma il peggio sembra esserselo lasciato alle spalle. Felici anche tutti gli abitanti di Paliano, in provincia di Frosinone, piccolo comune di poco più di 8mila abitanti dove tutti conoscono Francesco, con la sua passione per le moto nata sin da quando era un bambino. Tutti hanno fatto il tifo per lui in quaranta giorni di coma: adesso, la bella notizia che tutti stavano attendendo e per la quale hanno sperato sin da subito.

Francesco ha avuto un grave incidente stradale lo scorso 7 giugno su via Casilina. Era uscito con la moto per una gita domenicale. Voleva passare una giornata diverse dalle altre, e soprattutto dopo la fine del lockdown aveva bisogno di fare un giro con la sua amata motocicletta. All'altezza della rotonda del noto outlet di Valmontone, la tragedia: Francesco è stato centrato in pieno da una macchina che procedeva nella direzione opposto. Sul posto sono giunti immediatamente i soccorritori del 118, che vista la gravità delle sue condizioni hanno fatto arrivare l'elisoccorso da Roma per portarlo subito in ospedale. Ricoverato al San Camillo in prognosi riservata, è stato quaranta giorni in coma. Ora, la bella notizia del suo risveglio.