6.075 CONDIVISIONI
21 Giugno 2021
18:54

Figlio di Gigi D’Alessio in tribunale. L’ex colf: “Picchiata e ridotta in stato di semi schiavitù”

I fatti sarebbero avvenuti nel 2014. La donna ha dichiarato di essere stata aggredita da Claudio D’Alessio per aver chiesto a lui e Nicole Minetti (all’epoca sua compagna) di abbassare la voce mentre stavano litigando. Diversa la versione del figlio del cantante, che sostiene di aver agito per legittima difesa perché la donna voleva tirare una sedia addosso a lui e all’ex consigliera regionale.
A cura di Natascia Grbic
6.075 CONDIVISIONI

Dovrà tornare in aula il 27 settembre Claudio D'Alessio, il figlio del cantante napoletano accusato di aver picchiato e ridotto in "stato di semi schiavutù" la collaboratrice domestica che prestava servizio nella sua casa dei Parioli. I fatti risalgono al 2014, mentre il processo è cominciato già nel 2018: a settembre la prossima udienza, con Claudio D'Alessio che dovrà comparire in aula per rispondere alle domande del pubblico ministero Mauro Masnaghetti.

I fatti risalgono alla notte del 5 luglio 2014, in un appartamento in via Michele Mercati, nel quartiere Parioli a Roma. La donna, una collaboratrice domestica ucraina che da qualche tempo lavorava nella casa di D'Alessio Jr., ha raccontato agli agenti della Polizia di Stato di essere stata picchiata, minacciata e sbattuta fuori di casa in piena notte. Non solo: la donna sostiene di non aver ricevuto il pagamento degli stipendi arretrati, che l'uomo avrebbe dovuto versarle e che invece aveva mancato di fare. Un periodo da incubo, quello raccontato dalla 40enne, che sarebbe terminato con un'aggressione.

La donna si era presentata insieme al suo avvocato al commissariato di polizia di Fondi, in provincia di Latina. Stando alla sua versione dei fatti, quella sera lei stava dormendo nella soffitta della casa di Claudio D'Alessio, che all'epoca viveva con l'ex consigliera regionale Nicole Minetti. La donna ha spiegato che i due stavano discutendo animatamente, quando lei ha deciso di andare da loro e chiedere di parlare più piano perché non riusciva a riposare. Da lì, la situazione sarebbe degenerata, con Claudio D'Alessio che avrebbe preso la donna a schiaffi e strattoni, l'avrebbe sbattuta al muro e poi fuori di casa in piena notte. Diversa la versione dell'uomo, che invece asserisce di aver agito per legittima difesa perché la domestica voleva tirare addosso a lui e Nicole Minetti una sedia.

6.075 CONDIVISIONI
La protesta dei residenti di Piazza Verdi contro i lavori all'ex Zecca dello Stato: "Uno scempio"
La protesta dei residenti di Piazza Verdi contro i lavori all'ex Zecca dello Stato: "Uno scempio"
La figlia di un detenuto picchiato a Santa Maria: "Sembrava investito da un un autotreno"
La figlia di un detenuto picchiato a Santa Maria: "Sembrava investito da un un autotreno"
242.178 di Gaia Martignetti
Parla Enzo, ex detenuto in sedia a rotelle picchiato nel carcere di Santa Maria Capua Vetere
Parla Enzo, ex detenuto in sedia a rotelle picchiato nel carcere di Santa Maria Capua Vetere
302.823 di Gaia Martignetti
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni