Elezioni comunali Roma 2021
22 Luglio 2021
13:36

Ecco la ‘Sinistra Civica’ per Gualtieri, Ciaccheri: “Roma laboratorio per nuova sinistra ecologista”

La ‘Sinistra Civica Ecologista’, una lista a sostegno del candidato Roberto Gualtieri che è stata presentata ieri, ha l’ambizione di essere un laboratorio per la rigenerazione della sinistra anche a livello nazionale. Lo ha spiegato ai microfoni di Fanpage.it il presidente del Municipio VIII di Roma, Amedeo Ciaccheri. Alla lista hanno aderito Liberare Roma, Sinistra per Roma, Articolo Uno e Sinistra Italiana.
A cura di Enrico Tata
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni comunali Roma 2021

La ‘Sinistra Civica Ecologista', una lista a sostegno del candidato Roberto Gualtieri che è stata presentata ieri, ha l'ambizione di essere un laboratorio per la rigenerazione della sinistra anche a livello nazionale. Lo ha spiegato ai microfoni di Fanpage.it il presidente del Municipio VIII di Roma, Amedeo Ciaccheri. Alla lista hanno aderito Liberare Roma, Sinistra per Roma, Articolo Uno e Sinistra Italiana.  "Abbiamo raccolto storie politiche differenti, partitiche e non, e il fatto che questo progetto sia sostenuto anche da leader nazionali come Fratoianni, Smeriglio e Bersani, dà il segno che stiamo lavorando per fare in modo che questo processo di rigenerazione a sinistra sia figlio di uno sguardo in avanti. Noi abbiamo deciso di creare una lista eco-socialista, che è il tema su cui in tutta Europa si sta spendendo la sinistra, anche nelle grandi Capitali", spiega Ciaccheri.

Lunedì alle 18 e 30 in piazza Santa Maria Liberatrice a Testaccio verrà presentata ufficialmente la lista e si terrà un'assemblea in cui verranno presentati i primi candidati. "Dentro questo processo ci sono reti giovanili, realtà sociali, protagonisti e leader delle seconde generazioni della nostra città, che faranno in qualche modo da front di questo nuovo progetto. Faremo in modo di promuovere e presentare una nuova classe dirigente cittadina, in sintonia con il fatto che da parte di tutte le forze organizzate, da Roberto Speranza a Sinistra Italiana e a Smeriglio, c'è grande sostegno e anche a livello nazionale si sta lavorando per fare lo stesso lavoro"

Qual è il tema principale su cui chiederete un impegno concreto a Gualtieri?

Diritti sociali e transizione ecologica. Questi saranno i due temi fondamentali della lista che abbiamo presentato ieri e che abbiamo lanciato per dare voce a un mondo di sinistra e civico che trova finalmente così spazio all'interno della coalizione per Gualtieri sindaco.

Perché ci sono due liste a sinistra del Pd e non si è riusciti a organizzare una proposta unitaria?

Sinceramente credo che la nostra sarà l'unica lista dichiaratamente di "sinistra". Il nostro sforzo è quello di raccogliere le diverse anime della sinistra romana: quelle organizzate e quelle movimentiste, civiche ed ecologiste. E' una novità che per la prima volta a Roma c'è una lista ecosocialista davvero unitaria. A tutti gli altri alleati, faccio i migliori auguri: lavoriamo insieme per la vittoria di Gualtieri e nei Municipi.

Qual è stato l'errore più grande di Virginia Raggi? 

Il suo errore più grande è stato non sapere organizzare una risposta ai bisogni della città. Dal punto di vista amministrativo la grande disillusione che stanno vivendo oggi i romani è quella di aver assistito al cedimento di quello che la nostra città si aspettava per un livello di vita dignitoso e decente. Da amministratore dico che non è stata valorizzata in alcun modo la possibilità di costruire dentro Roma l'opportunità di fare scelte strategiche e condivise con i territori. C'è stata però una risposta in questo senso importante da parte dell'attivismo, del civismo attivo, che ha costruito veramente dei laboratori territoriali dentro la città. Questo va in sintonia con ciò che abbiamo presentato ieri: un soggetto politico che riesca a raccontare quanto a sinistra nella nostra città sia stato rigenerato dall'attivismo e dal civismo attivo, che ha messo insieme culture e storie politiche differenti e disponibilità a organizzarsi per dare risposte: sul welfare ma anche sulle politiche attive sui rifiuti, sulla manutenzione della città, sul sostegno economico alla città".

Il centrodestra è avanti nei sondaggi, almeno per quanto riguarda il primo turno. Cosa bisogna provare a fare per ribaltare queste indicazioni?

"Bisogna scendere in campo bisogna strada per strada, bisogna che le forze della coalizione progressista comincino a interpretare al meglio il corpo a corpo che va fatto con la paura delle persone e contro quello spirito di rancore che la destra rappresenta e su cui si fa forte. La nostra lista starà strada per strada in campo a contrastare gli spiriti negativi della retorica della destra e a rappresentare che solamente insieme questa città cambierà il suo destino, e non con una guerra tra poveri e tra fragilità".

100 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni