405 CONDIVISIONI
Coronavirus
18 Dicembre 2020
22:03

Decreto Natale, a Roma e nel Lazio per le feste lockdown e zona rossa

Anche Roma e Lazio diventano zona rossa con un lockdown durante e feste di Natale. Nei festivi e prefestivi sono vietati gli spostamenti, se non per comprovate esigenze e tramite autocertificazione. Le regole nella Capitale e nella Regione con il Decreto legge Natale per la Vigilia, pranzo del 25 e veglione di Capodanno.
A cura di Alessia Rabbai
405 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

È ufficiale, anche Roma e Lazio diventano zona rossa durante le feste come il resto d'Italia, dal 24 dicembre al 6 gennaio. A confermarlo il Decreto Legge di Natale presentato stasera dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al termine del Consiglio dei Ministri, che impone, come già anticipato, nuove strette in vista delle festività. Le regole della ‘zona rossa', come ormai noto, impongono il divieto totale di spostamenti, anche all'interno del proprio comune, la chiusura dei negozi, dei bar e dei ristoranti e di altre attività non essenziali. Torna anche nella nostra regione, che fino ad ora nella seconda fase dell'emergenza è rimasta zona gialla, l'autocertificazione, di cui è necessario munirsi per gli spostamenti che dovranno rispondere a comprovate esigenze di salute o lavoro o necessità. Nei feriali anche Roma e Lazio diventano zona arancione, con spostamenti concessi entro il proprio comune, per i comuni fino a 5mila abitanti fino a 30chilometri, ma non nei capoluoghi di provincia. Negozi aperti fino alle ore 21. Un Natale blindato dunque anche a Roma, dove non ci saranno mercatini di Natale e altri eventi, annullati gli appuntamenti tradizionali in città, come tra i tanti, la Befana di Piazza Navona. Il premier Conte: "C'è forte preoccupazione per assembramenti e forte voglia di convivialità che si crea in questi giorni misure necessarie in vista per ripartenza attività a gennaio".

Giorni rossi nei festivi e prefestivi

Il Decreto in dica come zona rossa 24 dicembre, 25 dicembre, 26 dicembre, domenica 27 dicembre, 31 dicembre, 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio. Zona arancione, nei feriali, con spostamenti consentiti all'interno del proprio comune, per il 28, il 29 e il 30 dicembre e 4 gennaio. Chiusi tutti i negozi, bar e ristoranti, tranne l'asporto fino alle ore 22 e consegne a domicilio senza restrizioni. Restano aperti supermercati, edicole, tabaccherie, negozi di prima necessità, parrucchieri, barbieri, chiese e luoghi di culto fino alle 22.

Le regole pranzi, cene e visite

Per quanto riguarda pranzi e cene durante le feste il Decreto Legge prevede che si potranno ricevere in casa fino a un massimo di due ospit non conciventi e si potranno invitare non solo i congiunti ma anche gli amici. Tuttavia è consentito uscire una sola volta al giorno per recarsi in una casa diversa dalla propria. Nei giorni rossi è consentita la visita ad amici e parenti, dalle ore 5 alle ore 22, per massimo due persone, esclusi i figli minori di quattordici anni, i disabili e conviventi non autosufficienti.

405 CONDIVISIONI
26021 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni