Covid 19
27 Novembre 2021
9:11

Dal 6 dicembre a Roma mascherina all’aperto nelle strade dello shopping e della movida

L’annunciata ordinanza sarà firmata la prossima settimana dal sindaco Roberto Gualtieri e entrerà in vigore da lunedì 6 dicembre.
A cura di Redazione Roma
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Ormai la strada è tracciata: nuove, parziali restrizioni, arriveranno a Roma a partire da lunedì 6 dicembre, quando diventerà operativa l'ordinanza che è al momento allo studio in Campidoglio e che sarà firmata la prossima settimana dal sindaco Roberto Gualtieri. Tornerà così l'obbligo di indossare le mascherine all'aperto per i quartieri della movida e nelle vie dello shopping. In più piazze e strade affollate torneranno a numero chiuso come è stato lo scorso anno. A essere interessati saranno probabilmente i quartieri di Prati, Monti, Pigneto, Montesacro, Piazza Bologna, San Lorenzo, Ponte Milvio, Campo de Fiori e ovviamente la zona del Tridente, tutte le zone ovvero dove più probabili sono assembramenti connessi al divertimento e agli acquisti natalizi.

L'aumento dei contagi e il possibile ritorno in zona gialla

Ieri nel Lazio si sono registrati 1566 nuovi casidi Covid-19, di cui 868 contagi a Roma, e 8 decessi di pazienti positivi. Numeri che parlando di una quarta ondata. Preoccupa l'impennata di contagi e la variante Omicron, così i cittadini sono chiamati a non abbassare la guardia: chi è vaccinato non è immune, è il messaggio che arriva anche dalle istituzioni locali è che essere vaccinati non vuol dire essere immuni. Ieri una lettera del governatore del Lazio Nicola Zingaretti – indirizzata a sindaci e prefetti – invitava proprio a prendere provvedimenti a livello locale in questo senso. L'assessore alla Sanità Alessio D'Amato dal canto suo è tornato a non escludere il ritorno in zona gialla con i posti letti in terapia intensiva e nei normali reparti Covid che vanno riempendosi.

29555 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni