19 CONDIVISIONI

Da Anzio e Nettuno ai Castelli Romani: una locale di ‘ndrangheta controllava politica e appalti

Dodici persone sono state arrestate per i reati di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e spaccio. L’indagine è una costola della più ampia operazione Tritone.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Roma Fanpage.it
A cura di Enrico Tata
19 CONDIVISIONI
Immagine

Tutto nasce con l'operazione Tritone, grazie alla quale già a febbraio 2022 è stata smantellata una locale di ‘ndrangheta attiva nei comuni di Anzio e Nettuno. E oggi le indagini nate da una costola di quella più ampia attività hanno portato alla notifica di dodici misure cautelari nei confronti di personaggi presumibilmente collegati al traffico di droga controllato dalla mafia calabrese.

L'ordinanza è stata emessa dal gip del Tribunale di Roma su richiesta della Direzione distrettuale antimafia della Capitale ed eseguita, all'alba di oggi, dai carabinieri dei comandi provinciali di Roma e Reggio Calabria.

Sono stati arrestati cittadini italiani e albanesi, accusati a vario titolo dei reati di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e spaccio. La locale di ‘ndrangheta, come dimostrato dall'operazione Tritone, gestiva il traffico di sostanze stupefacenti ma condizionava anche la vita politica locale, controllando le attività economiche e manovrando gli affidamenti degli appalti. L'inchiesta Tritone, ricordiamo, portò allo scioglimento dei consigli comunali di Anzio e Nettuno.

Stando a quanto emerso dalle indagini, un membro della locale importava grossi carichi di droga dal Sud America e, con l'obiettivo di ottenere ulteriori ricavi, aveva allargato le sue attività di vendita dai comuni di Anzio e Nettuno ai comuni di Rocca di Papa e Grottaferrata. Proprio ai Castelli Romani ha quindi intrecciato i suoi affari con quelli degli indagati arrestati oggi.

Le indagini dei carabinieri hanno accertato la vendita di cocaina e hanno documentato le capacità logistiche della banda, che per le importazioni di droga addirittura avevano a disposizioni un aereo con pilota privato e una superficie di atterraggio a Nettuno.

19 CONDIVISIONI
Madonna di Trevignano, in un messaggio Gisella si scaglia "contro il comunismo entrato nella Chiesa"
Madonna di Trevignano, in un messaggio Gisella si scaglia "contro il comunismo entrato nella Chiesa"
La storia di Anna Maria, che dopo cinque anni di buio totale ha riacquistato la vista
La storia di Anna Maria, che dopo cinque anni di buio totale ha riacquistato la vista
Incidente mortale su via Appia: Fabrizio Pellegrini muore sul colpo
Incidente mortale su via Appia: Fabrizio Pellegrini muore sul colpo
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni