Foto dell’American Overseas School of Rome
in foto: Foto dell’American Overseas School of Rome

Un bambino dell'American Overseas School of Rome è risultato positivo al coronavirus. La scuola privata di via Cassia è stata sanificata. Prima dell'AOSR ciò è accaduto al al liceo Marymount international di via di Villa Lauchli, dove a contrarre il virus è stato uno studente al quinto anno e all’istituto internazionale Saint George’s British School di La Storta con cinque ragazzi positivi. La classe dell'American Overseas School of Rome e gli insegnanti sono in osservazione.

La scuola privata di via Cassia: "Seguiti tutti i protocolli"

A rendere noto il contagio l'American Overseas School of Rome, che stamattina ha pubblicato un post su Facebook: "Ieri sera abbiamo appreso che un nostro studente è risultato positivo al test per la ricerca del Covid-19. La scuola ha immediatamente contattato le autorità sanitarie italiane per garantire che tutti i protocolli fossero seguiti e l'intero campus è stato completamente igienizzato durante la notte da una società esterna. Utilizzando la nostra tabella di tracciamento dei contatti, il Covid Response Team ha avvisato tutte le persone che erano state in contatto con lo studente positivo. Ogni singolo contatto sarà esaminato dall'ufficio della Asl, per determinare il rischio. La nostra comunità continua ad aderire a severi protocolli di sicurezza che prevedono come regole quelle di indossare la mascherina, igienizzare le mani e il distanziamento sociale".

La scuola ha aperto a inizio settembre

L'American Overseas School of Rome ha riaperto a inizio del mese e gli studenti sono tornati in classe il 3 settembre. L'Istituto aveva annunciato la rigorosa adozione di tutte le misure previste per scongiurare i contagi da Covid-19, nonostante ciò il primo caso di coronavirus si è manifestato nel giro di pochi giorni. Ad avvisare la scuola sono stati i genitori, da quanto si apprende il bambino che è risultato positivo ai test non presenta sintomi della malattia.