I romani anche questo 1 gennaio hanno fatto i bravi, rispettando le normative per limitare il contagio da coronavirus, festeggiando in tono più che ridotto il primo dell'anno. Un capodanno 2021 con strade vuote e coprifuoco alle 22.00 come prescritto dalle regole del Governo per la zona rossa imposta su tutto il territorio nazionale.

Come già accaduto per i giorni di Natale le forze dell'ordine hanno presidiato le strade per garantire il rispetto delle regale, e anche ieri a fronte dei numerosi controlli sono state poche se non pochissime le multe elevate per "violazione delle disposizioni a tutela della salute pubblica". In particolare ieri su 1.300 controlli i caschi bianchi hanno fatto solo 19 multe.

In un caso in particolare hanno fermato quattro giovanissimi, tutti minorenni, che si aggiravano nel cuore del centro, a due passi da piazza Santa Maria in Trastevere. "Un gruppo di ragazzi, con bottiglie di vetro in mano, alla vista degli agenti ha tentato di allontanarsi ma quattro sono stati fermati e identificati: riaffidati  ai genitori, giunti sul posto, sono stati contestati gli illeciti secondo quanto previsto dal DL 18 dicembre n. 172", si legge in una nota.

Festa in hotel in pieno centro: 27 multati

In un altro caso gli agenti hanno interrotto una festa in corso in un albergo nel centro di Roma. Al party clandestino stavano partecipando 27 persone, tutte identificate e multate. Da quanto si apprende a indirizzare la polizia nell'hotel una telefonata anonima arrivata attorno 22.30 che denunciava il veglione in corso. Quando i poliziotti sono arrivati hanno trovato i presenti intenti a mangiare, bere, ballare in barba a ogni regola.