22 Ottobre 2021
9:00

Cane morto alla catena lasciato a decomporsi, altri 3 in fin di vita: denunciati un uomo e una donna

Gli animali erano chiusi in recinti, coperti dai loro escrementi, lasciati a morire senza cibo né acqua e legati a una catena. Uno di loro era morto, il corpo in avanzato stato di decomposizione. La terribile scoperta è stata fatta dai carabinieri di Fondi e dalla Ausl, che ha denunciato un uomo e una donna per maltrattamento di animali.
A cura di Natascia Grbic

Lasciavano i loro cani legati alla catena senza cibo né acqua. Gli animali erano ricoperti dai loro escrementi, che non venivano mai rimossi: tristi, impauriti, spaventati, assetati e affamati. Un vero e proprio incubo, una crudeltà indicibile operata da un uomo e una donna di Fondi, che sono stati denunciati dai carabinieri della Stazione forestale di Fondi per maltrattamenti di animali. L'episodio è avvenuto a Monte San Biagio, in provincia di Latina. Una storia tremenda di crudeltà verso gli animali, di quelle che non dovrebbero mai capitare, e che invece ancora oggi succedono in ogni parte d'Italia.

A fare la scoperta sono stati i carabinieri della stazione di Fondi insieme al personale veterinario dell'Ausl locale, che dopo una breve indagine hanno accertato la presenza in un terreno privato di un cane legato a catena, morto, in avanzato stato di decomposizione tra sporcizia ed escrementi. Intorno a lui, altri tre cani che versavano in gravissime condizioni e che molto probabilmente se non fossero stati trovati avrebbero fatto la stessa fine. Magrissimi, denutriti, senza cibo né acqua, ricoperti di feci e urina, terrorizzati e affamati. Stavano morendo lentamente anche loro, di una fine atroce, inflitta con estrema crudeltà da chi si sarebbe dovuto prendere cura di loro.

Tutti gli animali erano privi di microchip, che da anni è obbligatorio per legge. L'unico che lo aveva era un pastore tedesco, molto probabilmente perché di razza. Sono stati ricoverati presso il canile sanitario del comune di Fondi e affidati alle cure dei veterinari, che stanno cercando di fare di tutto per curarli e salvargli la vita. A essere denunciati sono stati il proprietario dell'area e la padrona del pastore tedesco. Rischiano da 3 a 18 mesi di reclusione e una multa da 5mila a 30mila euro.

Lega pitbull al termosifone, facendolo vivere tra feci e urine: salvato il cane, denunciato 31enne
Lega pitbull al termosifone, facendolo vivere tra feci e urine: salvato il cane, denunciato 31enne
Donne molestate dal finto ginecologo al telefono, spunta un audio con la sua voce
Donne molestate dal finto ginecologo al telefono, spunta un audio con la sua voce
270.859 di Daniele Balestreri
Strage Sassuolo: “Elisa Mulas già maltrattata da un altro ex non aveva denunciato l’assassino”
Strage Sassuolo: “Elisa Mulas già maltrattata da un altro ex non aveva denunciato l’assassino”
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni