265 CONDIVISIONI
Elezioni comunali Roma 2021
21 Luglio 2021
17:37

Appello di Lorenzin (Pd) a forze civiche: “Siate protagonisti del rilancio di Roma con Gualtieri”

È stata presentata oggi la Lista Civica per Roberto Gualtieri, che sarà coordinata da Alessandro Onorato, consigliere capitolino eletto nella lista Marchini. Ai microfoni di Fanpage.it la deputata del Partito democratico Beatrice Lorenzin ha voluto lanciare un appello a tutte le forze civiche della città ad impegnarsi in prima persona nella campagna elettorale del candidato sindaco del centrosinistra, Roberto Gualtieri.
A cura di Enrico Tata
265 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni comunali Roma 2021

È stata presentata oggi la Lista Civica per Roberto Gualtieri, che sarà coordinata da Alessandro Onorato, consigliere capitolino eletto nella lista Marchini. Ai microfoni di Fanpage.it la deputata romana del Partito democratico Beatrice Lorenzin ha voluto lanciare un appello a tutte le forze civiche della città ad impegnarsi in prima persona nella campagna elettorale del candidato sindaco del centrosinistra, Roberto Gualtieri: "Do un giudizio molto positivo sull'orizzonte largo e autenticamente civico che vuole mettere in campo il candidato, anche con questa lista". Secondo Lorenzin "Roma è una città ferita, lacerata. Abbiamo avuto Mafia Capitale, il dissesto economico, l'emarginazione delle periferie, i rifiuti, il declino economico. Risollevarla richiede un grande lavoro e uno sforzo enorme. E Gualtieri è una persona che ha la capacità e la possibilità di andare a fondo ai problemi della città e di mettere insieme una serie di competenze politiche e civiche che possano aiutarlo".

L'ex ministra della Salute in questo senso "ritiene indispensabile una lista del sindaco che sia autenticamente espressione del civismo di questa città, che ci permetta di intercettare pezzi della società che devono diventare protagonisti di questa fase di ricostruzione di Roma. Abbiamo bisogno di una partecipazione molto più allargata rispetto a quella dei partiti, serve un patto civico con i migliori, espressione dei vari mondi della città, dell'associazionismo, della cultura, della scienza, della ricerca, delle imprese, dell'accademia. E accanto a questo bisogna avere una visione che permetta di proiettare Roma a una dimensione che adesso ha perso, cioè quella di grande capitale europea, non solo del turismo, ma anche dell'innovazione".

"Il mio – prosegue Lorenzin – è un appello a tutte le forze civiche della città a cui chiedo di essere protagoniste del rilancio. L'appello è rivolto a quelle risorse più libere della città al di là delle appartenenze politiche. Roma ha bisogno di competenze in questa fase, oltre lo schema tipico dei partiti. E su questo c'è grande apertura da parte del candidato Gualtieri". Secondo la deputata dem "La Capitale è in uno stato di malessere profondo e visibile evidente e quindi c'è bisogno di un'adesione forte da parte della popolazione, che sia anche partecipazione in prima persona. Ed è una chiamata quella che Gualtieri fa: partecipare in prima persona alla ricostruzione di questa città. Dobbiamo recuperare da un lato l'ordinaria amministrazione, che a Roma è diventata straordinaria. E dall'altro volare, avere una proiezione della città nel futuro". 

Roberto Gualtieri, sostiene Lorenzin, "è un uomo che ascolta molto e poi decide. Perché è anche questo è importante: la capacità di saper decidere. E' un uomo che ha vissuto diverse esperienze, è abituato a trattare i grandi problemi economici, è abituato a trattare con i capi di Stato e quindi ha una visione moderna, internazionale, europea di Roma. Roberto ha da un lato le competenze, la capacità e il carattere per risolvere i bisogni concreti dei romani. Ma accanto a questo ha anche la visione  su dove portare Roma, su come farla tornare grande capitale europea. Quella di Gualtieri è una grande occasione per i romani". 

265 CONDIVISIONI
96 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni