Al via i tamponi rapidi nelle scuole di Roma e provincia. I primi test verranno eseguiti al liceo Manara di Roma e all'istituto Enrico Matteo di Cerveteri. "I test rapidi antigenici sono utili come strumento diagnostico di primo livello da utilizzare massivamente", ha annunciato oggi l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. Domani la Asl Roma 4 effettuerà lo screening sugli alunni dell'Enrico Mattei di Cerveteri, al cui interno si trovano un liceo scientifico, un liceo linguistico, un tecnico-economico e un tecnico professionale. Al test si sottoporranno non solo gli studenti, ma anche gli operatori scolastici, circa 50. Il test sarà volontario e per i minorenni sarà necessaria l'autorizzazione firmata dai genitori. Gli studenti e gli operatori che risulteranno positivi al test, verranno sottoposti a un tampone classico di conferma.  "Siamo tra i primi in Italia a mettere in pratica questa misura preventiva. Voglio ringraziare tutto il personale della Asl Roma 4 e in particolare la dottoressa Simona Ursino con la quale c'è oramai un contatto quotidiano per la gestione dell'emergenza; ringrazio inoltre il personale dell'Enrico Mattei e in particolare il Dirigente Scolastico Roberto Mondelli per l'impegno profuso in questi giorni molto complessi", ha commentato il sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci.

I test antigenici

I tamponi rapidi o test antigenici sono quelli utilizzati al momento negli aeroporti di Fiumicino e di Ciampino. A differenza dei tamponi classici, il risultato si ha in meno di mezz'ora, mentre il prelievo del campione da esaminare avviene con un tampone naso-faringeo (proprio come avviene per i tamponi classici). Con il test antigenico si ricercano, nei campioni respiratori del paziente, le proteine virali (antigeni).